Pit turismo, la Provincia di Chieti pubblica bandi per 5,2 mln

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3309

CHIETI. La Provincia di Chieti continua a puntare sul turismo, sulla valorizzazione dei borghi, delle mete di visita e dei Comuni montani.

CHIETI. La Provincia di Chieti continua a puntare sul turismo, sulla valorizzazione dei borghi, delle mete di visita e dei Comuni montani.

Vanno in questa direzione i tre Avvisi collegati ai Progetti Integrati Territoriali (Pit) che stanziano complessivamente 5,2 milioni di euro e che svilupperanno investimenti per 9,5 milioni. Due Avvisi sono destinati ai Comuni, uno alle piccole e medie imprese. L’Avviso destinato alle Pmi, si è detto questa mattina nel corso di una conferenza stampa tenuta dal  Presidente della Provincia Enrico Di Giuseppantonio e dal project manager dei Pit Raffaele Trivilino, assente per motivi familiari l’Assessore alle attività produttive Daniele D’Amario, punta a reperire quei progetti che abbiano per protagonisti soprattutto i giovani, progetti finalizzati ad introdurre qualità ed innovazione nella gestione delle attività turistiche: si va dai servizi di incoming ai sistemi di prenotazione informatizzata alla gestione dei flussi turistici, più in generale si punta all’introduzione nella gestione delle attività turistiche dell’information e communication technology. L’avviso prevede dunque la concessione di aiuti per sostenere investimenti che, mediante ristrutturazione, razionalizzazione, ammodernamento di un impianto o di un processo produttivo, consentano un rilevante miglioramento delle prestazioni dell’impresa. Sono esclusi gli investimenti meramente sostitutivi che non siano riconducibili ad un progetto organico finalizzato ad introdurre innovazioni di processo, organizzativa, di marketing e quelli che non dimostrano un reale e concreto supporto del progetto alle attività turistiche.

Hanno per destinatari 45 Comuni montani gli Avvisi destinati agli enti pubblici. Uno riguarda la linea d’intervento per aumentare l’attrattività e migliorare la gestione delle mete di visita e prevede la concessione di contributi non rimborsabili a sostegno di investimenti finalizzati alla spettacolarizzazione e teatralizzazione delle mete di visita mediante ristrutturazione, razionalizzazione, adeguamento ed ammodernamento delle infrastrutture a supporto delle stesse e, più in generale, al cofinanziamento di interventi sulle mete di visita capaci di attrarre maggiori flussi di visitatori, attraverso l’adeguamento del prodotto offerto.

La linea d’intervento finalizzata a  migliorare l’attrattività dei contesti abitativi prevede la concessione di contributi, non rimborsabili, a sostegno di investimenti proposti dagli Enti locali e volti ad incrementare il livello di gradevolezza, l’attrattività e l’abbellimento di particolari contesti abitativi e, più in generale, al cofinanziamento di interventi su borghi, frazioni, insediamenti diffusi, centri storici, affinché si possano configurare come mete specifiche di visita.

«Dopo gli 80 milioni del programma Elena e i 19 milioni di fondi Fas per il progetto della via Verde della Costa dei Trabocchi, i 5,2 milioni di investimenti legati ai Pit rappresentano il terzo risultato positivo che incassiamo negli ultimi mesi grazie alla politica di valorizzazione e crescita del turismo su cui questa Amministrazione ha puntato fin dal suo insediamento», dice il Presidente Enrico Di Giuseppantonio. «Oggi mettiamo un altro tassello importante nel mosaico che dovrà fare di questa Provincia un punto di riferimento importante per il turismo abruzzese e del centro sud del Paese. Per questo motivo», h aggiunto, «lancio un appello, soprattutto ai giovani,  affinchè sfruttino questa ulteriore opportunità legata ai Pit mettendo in campo, talento, creatività, passione e intraprendenza. Siamo sulla strada buona per fare del turismo la seconda vera, grande industria di questo territorio, in grado di produrre occupazione e benessere soprattutto per le nuove generazioni. Sono convinto che l’impegno e la fantasia con cui molti sindaci ed amministratori locali hanno reso belli e gradevoli i centri della nostra provincia consentiranno, grazie ai progetti presentati, di apportare ulteriore qualità. Oggi sono disponibili contributi che permetteranno di offrire ai turisti ma anche ai residenti borghi e centri storici più appetibili anche sotto l’aspetto paesaggistico. Ringrazio l’assessore Daniele D’Amario per la tenacia con cui ha seguito i Pit, partecipando attivamente a tutte le riunioni del comitati di sorveglianza e consentendo alla Provincia di Chieti di raggiungere questo significativo risultato».

Per ulteriori informazioni si può visitare il sito istituzionale.

05/11/2011 14.52