Gruppo di azione locale pesca, costituita a Chieti società consortile

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2299

CHIETI. «Gruppo di azione costiera costa dei trabocchi».

E’ stata costituita ieri sera a Chieti la società consortile a responsabilità limitata “Gruppo di azione locale Costa dei Trabocchi” (in sigla “Gac”) alla quale hanno aderito 13 soci: 5 in rappresentanza del settore della Pesca (Federcoopesca, Federpesca, Legacoop Abruzzo-Sezione Pesca, AGCI-Agrital e CO.GE.VO Frentano); 3 enti (Camera di Commercio di Chieti, Provincia di Chieti e l’Università degli Studi di Teramo) e 5 associazioni in rappresentanza di altri settori socio-economici (Coldiretti, Confartigianato, Confesercenti, Confcommercio e Slow Food Lanciano).

Obiettivo principale del GAC “Costa dei Trabocchi” è rafforzare la competitività delle zone di pesca, ristrutturare e orientare le attività economiche connesse in un’ottica di multifunzionalità attraverso iniziative di sviluppo integrato e sostenibili, come promuovere l'ecoturismo senza determinare un aumento dello sforzo di pesca; diversificare le attività mediante la promozione della pluri-attività dei pescatori, creando posti di lavoro aggiuntivi all'esterno del settore della pesca; aggiungere valore ai prodotti ittici; sostenere le infrastrutture e i servizi per la piccola pesca e il turismo a favore delle piccole comunità che vivono prevalentemente di questa economia.

Il “GAC Costa dei Trabocchi” si candida dunque di diritto ad accedere al finanziamento di 1.201.976 euro (il cui bando scade il 31 ottobre) che andrà a beneficio degli operatori della pesca e del turismo e dei comuni, reso disponibile dalla Regione Abruzzo - Assessorato alle Politiche Agricole e Pesca e previsto dalle misure dell’Unione europea per i gruppi di azione del territorio costiero.

Il Fondo Europeo per la Pesca, infatti, attua una serie di strategie di sviluppo costiero a favore delle zone di pesca che dimostrino la volontà e la capacità di concepire e attuare una strategia di sviluppo integrata e sostenibile, comprovata dalla presentazione di un piano di sviluppo, fondata su un partenariato rappresentativo attraverso la costituzione di Gruppi di Azione Costiera (GAC) nelle zone di pesca. L’assemblea dei soci ha nominato un consiglio di amministrazione di 5 membri: Franco Ricci di Federcoopesca (nominato Presidente) e Vincenzo Staffilano di Federpesca, entrambi in rappresentanza del settore pesca; Daniele D’Amario, assessore della Provincia di Chieti alle Attività Produttive (nominato Vice Presidente), Pietro Iacobitti, membro della Camera di Commercio di Chieti per gli enti pubblici, Angelo Allegrino di Confcommercio Chieti in rappresentanza degli altri settori economici.

La stipula dell’atto costitutivo segue il protocollo di intesa siglato il 6 ottobre scorso dai tre soggetti promotori, Provincia di Chieti, Camera di Commercio di Chieti e Confcooperative-Federcoopesca. «Desidero ringraziare tutti i soci e al gruppo tecnico di progettazione per il prezioso contributo che stanno fornendo anche alla redazione del Piano di sviluppo locale e alla presentazione della progetto nei tempi previsti – ha detto il presidente della Camera di Commercio di Chieti Silvio Di Lorenzo – ma voglio confermare come il GAC, per la sua natura di organismo aperto al territorio, intende continuare a rafforzare il dialogo con il territorio, con i comuni dell’area costiera e con tutte le categorie economiche»

28/10/2011 14.35