Lotta all’evasione, su 305 Comuni aderiscono al protocollo in 44

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

2245

ABRUZZO. Sono due le iniziative locali volte alla lotta all’evasione fiscale che coinvolgono i comuni. In Abruzzo però soltanto una minima parte degli enti locali ha pensato di aderire.

ABRUZZO. Sono due le iniziative locali volte alla lotta all’evasione fiscale che coinvolgono i comuni. In Abruzzo però soltanto una minima parte degli enti locali ha pensato di aderire.

Ad oggi sono 44 i municipi che hanno deciso di collaborare concretamente con l’Amministrazione finanziaria nella segnalazione di informazioni utili a qualificare comportamenti elusivi ed evasivi. Di questi, 27 hanno aderito al protocollo firmato con l’Anci, l’associazione che unisce i Comuni,  lo scorso 5 luglio e sono nello specifico: Sante Marie, Castelvecchio Subequo, Collarmele, Villavallelonga, Castel di Ieri, Gagliano Aterno, Bisegna, Morino, Fossacesia, Ripa teatina, Gissi, Villamagna, Santa Maria Imbaro, Casacanditella, San Buono, Roio del Sangro, Silvi, Campli, Basciano, Canzano, Pietracamela, Roccamorice, Cortino, Rocca San Giovanni, Salle, Casalbordino.

Ad essi si aggiungono i 17 Comuni che hanno sottoscritto un proprio protocollo d’intesa direttamente con la Direzione Regionale dell’Abruzzo: L’Aquila, Canistro, Pescara, Lanciano, Celano, Avezzano, Magliano de’ Marsi, Francavilla al Mare, San Giovanni Teatino, Pineto, Mosciano Sant’Angelo, Chieti, Giulianova, Teramo, Sant’Omero, Guardiagrele e Sulmona.

Nonostante la bassissima pèercentuale di adesioni in regione per l’Agenzia delle entrate si tratta di «un risultato importante».

«Questi numeri parlano chiaro», ha affermato il Direttore dell’Agenzia delle Entrate dell’Abruzzo, Rossella Rotondo, «sono la dimostrazione della forte motivazione dei Comuni a collaborare nella lotta all’evasione mettendo a disposizione competenze, professionalità e soprattutto la conoscenza capillare del proprio territorio. Risultati come questi testimoniano la forte convinzione da parte di entrambe le istituzioni che per ottenere risultati positivi per la comunità è fondamentale una collaborazione fatta di proposte concrete e fattibili».

Con lo stesso obiettivo, si è insediato oggi presso la sede della Direzione abruzzese il “Comitato regionale per la partecipazione dei Comuni all'attività di accertamento” dando attuazione a quanto previsto dal protocollo  Entrate-Anci dello scorso 5 luglio. Al tavolo di lavoro, cui è affidato il compito di dare impulso al federalismo fiscale, hanno preso parte, per l’Agenzia delle Entrate il Capo Ufficio Consulenza Fiscale, Franco Susi e  il Capo Ufficio Accertamento e Riscossione, Giovanni Senneca e per l’Anci Abruzzo il Direttore Giuseppe Mangolini ed il dottor Stefano Tinari.

Tra i compiti del Comitato, l’elaborazione delle linee guida per la segnalazione da parte dei Comuni delle informazioni qualificate, l’organizzazione di seminari, conferenze e, non per ultimo, la formazione del personale municipale, che dagli accordi raggiunti sarà avviata già dal prossimo mese di gennaio.

24/10/2011 17.32