L’Abruzzo nel mondo per lanciare l’economia: chiusa seduta plenaria Cram

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2445

ABRUZZO.  Si è conclusa a Pescara la seduta plenaria annuale del Consiglio Regionale degli Abruzzesi nel Mondo.

E’ stata formalizzata anche la iscrizione di tre associazioni da tre nuovi paesi Uruguay,Cuba, e Svezia e la firma di un protocollo d'intesa tra Regione Abruzzo, Cram e Centro estero delle Camere di commercio Abruzzo.

Il protocollo mette in relazione i settori a maggiore vocazione di internazionalizzazione come l'agricoltura, il turismo, la cultura e lo sviluppo economico, con il Centro estero delle Camere di commercio e la rete degli emigrati all'estero. La finalità del protocollo, come hanno spiegato i sottoscrittori è, da una parte, evitare l'accavallarsi degli interventi, dall'altra utilizzare le conoscenze logistiche e di relazioni delle 120 associazioni che annualmente, ciascuna autonomamente, organizzano eventi promozionali sull'Abruzzo.

L'attività di coordinamento degli eventi e delle iniziative sarà svolta da un tavolo che si riunirà quattro volte l'anno tra i sottoscrittori del protocollo e i settori interessati. La presenza nella giornata di apertura del presidente della Giunta regionale, Gianni Chiodi, del presidente del Cram Mauro Febbo, del presidente del Consiglio regionale, Nazario Pagano, dell'assessore allo Sviluppo economico, Alfredo Castiglione, e del presidente del Centro Estero delle CCIAA Abruzzo, Daniele Becci,«testimoniano la valenza fondamentale degli abruzzesi all'estero nella politica di promozione del sistema Abruzzo nel mondo». I delegati di tutti i paesi del mondo hanno ricordato l'impegno delle associazioni per reperire fondi a sostegno delle popolazioni colpite dal sisma dell'aprile 2009, rendicontando le attività realizzate con i circa 10 milioni di euro frutto di donazioni. L'assemblea ha inoltre raccolto la proposta di partecipazione ai lavori della rappresentanza delle nuove generazioni di emigranti che nel medio e lungo termine avranno il compito di portare avanti l'associazionismo abruzzese. Durante i lavori è stata discussa una proposta di riforma della legge regionale in materia di emigrazione che sarà analizzata dai componenti CRAM e portata all'attenzione dei consiglieri regionali di riferimento Franco Caramanico, Ricardo Chiavaroli e Antonio Prospero. Nella giornata conclusiva, insieme ai consiglieri regionali ha portato i suoi saluti il presidente del Consiglio Regionale, Nazario Pagano, il quale ha ribadito la vicinanza delle istituzioni regionali ai connazionali residenti all'estero.

20/10/2011 14.44