Sviluppo agricolo in Albania con il sostegno del Comune di Avezzano

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3179

AVEZZANO. Con i fondi stanziati dalla giunta Floris la scuola agraria "Giovanni Fausti"nella Provincia di Lezhe, fondata dal prete marsicano Don Antonio Sciarra ha raggiunto un importante obiettivo.

AVEZZANO. Con i fondi stanziati dalla giunta Floris la scuola agraria "Giovanni Fausti"nella Provincia di Lezhe, fondata dal prete marsicano Don Antonio Sciarra ha raggiunto un importante obiettivo.

L'istituto potrà acquistare un escavatore per lo scasso dei terreni destinati a vigneto e oliveto, e una caldaia per il recupero della sansa da riutilizzare per produrre  l'acqua calda necessaria per il frantoio. L'operazione, resa possibile anche dagli aiuti del Comune, è stata comunicata al sindaco dal direttore dell'ufficio missionario della Curia vescovile.

«L'installazione è stata appena ultimata», afferma  Don Giuseppe Ermili, «e l'impianto ora è davvero all'avanguardia, sicuramente l'unico in tutto il nord dell'Albania; esso permetterà una produzione di olio più sicura, economica ed ecologica. Speriamo che anche nel futuro il Comune di Avezzano possa accompagnare e sostenere il lavoro di promozione umano-sociale che sarà indirizzato anche, e con particolare attenzione, a contrastare la coltivazione e il consumo di droga. Siamo chiamati a intervenire», conclude il sacerdote, «non possiamo rimanere indifferenti di fronte a una piaga che si va diffondendo sempre più».

La missione, quindi, ha aggiunto un altro pezzo al più ampio disegno generale, ma la strada da fare è ancora molta. «L'azione virtuosa portata avanti da decenni dalla Missione fondata da Don Antonio Sciarra», sottolinea il sindaco Antonio Floris, «merita tutto il sostegno possibile, anche in questi momenti non proprio facili per l'economia, poiché coniuga la missione della Chiesa, evangelizzare, con la promozione della crescita economica e culturale. Lo sviluppo  al di là dell'Adriatico, infatti, rappresenta un disincentivo forte all'emigrazione incontrollata e senza speranze dei tanti disperati che, non avendo opportunità nel proprio Paese, fuggono sperando di trovare una strada migliore, spesso alimentando le fila della criminalità organizzata».

Conscio dell'importanza della missione, quindi, il Comune, che negli ultimi anni ha donato tante attrezzature, ha aperto i cordoni della borsa per  favorire lo sviluppo del popolo albanese attraverso la Missione di Don Antonio Sciarra, un fiore all'occhiello del paese delle Aquile dove nell'anno scolastico 2010/2011 sono stati attivati anche corsi formativi per gli agricoltori sulle colture più idonee alla realtà e sull'uso delle macchine del comparto agricolo.

11/10/2011 15.20