La cattedrale di San Cetteo nelle grappe trevigiane

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1542

CONEGLIANO. Sarà miniaturizzata, in vetro artistico muranese e bagnata da una selezionata grappa proveniente dalle colline di Conegliano, nel trevigiano.

CONEGLIANO. Sarà miniaturizzata, in vetro artistico muranese e bagnata da una selezionata grappa proveniente dalle colline di Conegliano, nel trevigiano.

La Cattedrale di San Cetteo, uno dei simboli di Pescara, verrà inserita, così, in un contesto commerciale da parte della Distilleria Bottega di San Fior, azienda che da svariati anni è sul mercato nazionale ed estero con una vasta gamma di prodotti come distillati, vini eccellenti e altre tipologie di bevanda alcolica. L'idea viene dalla mente del patron della società trevigiana, Sandro Bottega, che ha così deciso di ringraziare tutti gli abitanti della provincia pescarese e dell'Abruzzo in generale per la stima riscossa nel corso degli anni nei confronti di alcuni prodotti realizzati dall'azienda stessa, in questo caso la grappa invecchiata e l'Elixir.

Secondo gli ultimi dati emersi relativi al consumo di distillati d'autore in Italia, Pescara e la sua provincia, infatti, risultano tra le prime otto posizionì, cosa assolutamente inaspettata e gradita dai vertici aziendali. «Siamo ben felici di poter immettere in questa splendida realtà, in tutta Italia e anche in alcuni paesi esteri, questa creazione, dedicata al simbolo più significativo dell'area che verrà sicuramente seguita anche da una creazione con il delfino» spiega Sandro Bottega, il patron dell'azienda coneglianese.

«Solitamente, le vendite di prodotti come grappa invecchiata, da meditazione, di qualità eccellente e dai contenitori artistici, come in questo caso il vetro di Murano, vanno ad inserirsi in un sistema di vendita che vede primeggiare sempre le località montane del nord Italia, nel Triveneto e in zone come Lombardia e Piemonte, dove il distillato è nel costume e nella quotidianità della gente. Pescara e la sua provincia sono una rivelazione, segno che c'è voglia di cambiare, di assaporare anche altre tradizioni enogastronomiche eccellenti. Così realizzeremo queste bottiglie in serie limitata, con dentro una miniatura vitrea della Cattedrale, sperando di fare cosa gradita nei confronti dell'Abruzzo in ambito nazionale ed estero».

Le bottiglie saranno reperibili, infatti, dal prossimo gennaio all'interno di enoteche, ristoranti e strutture alberghiere anche di importanti località estere, proprio per rilanciare il made in Italy nel mondo e per valorizzare il nostro Belpaese ed i suoi simboli civici.

11/10/2011 8.30