Turismo: l'Abruzzo punta tutto sui polacchi

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

1702

Turismo: l'Abruzzo punta tutto sui polacchi
ABRUZZO. Gli operatori presenteranno pacchetti prodotto mare-montagna.

Il turismo abruzzese alla conquista del mercato polacco. L'Abruzzo sarà infatti presente alla diciannovesima edizione della mostra internazionale Tour & Travel, che si è aperta ieri mattina presso il Trade Fair Congress Centre di Varsavia. Nella capitale polacca sarà presente l'assessore al Turismo, Mauro Di Dalmazio, e un nutrito gruppo di tour operator regionali che presenteranno una serie di pacchetti turistici promozionai del prodotto mare e montagna. «La presenza dell'Abruzzo turistico a Varsavia - spiega l'assessore Di Dalmazio - rientra in quella strategia avviata dalla Regione di penetrazione in mercati nuovi per l'Abruzzo. In questo senso siamo confortati dai risultati positivi finora riscontrati con la promozione specifica avviata nella passata stagione su mercati finora poco battuti dall'Abruzzo: su tutti, l'Austria, l'Olanda e la Repubblica Ceka che nella stagione estiva appena terminata hanno risposto in maniera soddisfacente all'offerta di incoming presentata. A Varsavia, dunque, l'obiettivo è aggredire il mercato polacco che presenta enormi potenzialità turistiche a cui l'Abruzzo con la propria offerta turistica è in grado di rispondere». L'idea della Regione di indagare il nuovo mercato polacco «è stata accolta con entusiasmo dai tour operator e dagli addetti ai lavori abruzzesi che hanno approntato un'offerta rispondente alle esigenze economiche e sociali del Paese, con la concreta possibilità di far conoscere in Polonia le bellezze turistiche e naturalistiche dell'Abruzzo».

Oltre ai contatti già fissati con i tour operator, la delegazione abruzzese terrà in apertura della mostra internazionale una conferenza stampa nel corso della quale presenterà alla stampa specializza e di settore polacca i servizi e l'offerta turistica dell'Abruzzo.

Tra gli espositori saranno presenti: strutture ricettive, vettori, tour operator, organizzazioni turistiche sia nazionali che regionali, comuni e distretti, siti web, compagnie di assicurazioni, fornitori di reti e software per alberghi e agenzie di viaggio, case editrici specializzate in turismo.

23/09/2011 10.05