Forum Ipa, a Pescara il 13 luglio con il ministro Fitto «per l’integrazione e lo sviluppo economico»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2969

PESCARA. Integrazione e sviluppo economico delle comunità transfrontaliere. E’ questo l’obiettivo del Forum Ipa del prossimo 13 luglio a Pescara all’auditorium De cecco al quale parteciperà anche il ministro Fitto.

PESCARA. Integrazione e sviluppo economico delle comunità transfrontaliere. E’ questo l’obiettivo del Forum Ipa del prossimo 13 luglio a Pescara all’auditorium De cecco al quale parteciperà anche il ministro Fitto.

L'evento dal titolo "Il ruolo del programma Ipa Adriatico nelle politiche di cooperazione transfrontaliera dell'Unione Europea" si segnala come un summit internazionale di alto livello sulle attività dell'iniziativa comunitaria.

Qualificato e nutrito il parterre: tra gli altri saranno presenti il ministro per gli Affari regionali e delle Politiche di Sviluppo, Raffaele Fitto, il vice ministro dell'Integrazione Europea dell'Albania, Jarida Tabaku, e il vice ministro e segretario di Stato della Croazia, Carlo Gjurasic. Tra le altre personalità che hanno aderito anche la responsabile per l'Ue di Ipa, Fausta Corda, e tutti gli altri rappresentanti istituzionali degli Stati e dei Paesi coinvolti nel programma che vede l'Abruzzo padrone di casa, regione capofila.

«Alla vigilia di questo importante evento colgo l'occasione per sottolineare anche la centralità dell'Abruzzo che ha guidato con professionalità le attività del programma a strettissimo contatto e collaborazione con gli Stati e le altre Regioni – ha spiegato il presidente Gianni Chiodi – e il fatto che l'Abruzzo si pone con sempre maggiore autorevolezza come porta di ingresso dell'area adriatico-ionica dell'Europa».

 Tra le diverse finalità del Forum c'è quella di fare il punto sui progetti finanziati nell'ambito del primo bando Ipa, per un importo di circa 75 milioni euro, ed anche di presentare il secondo "call" approvato dal comitato di sorveglianza che si è svolto all'Aquila nei giorni scorsi, con un finanziamento complessivo di 87 milioni di euro equamente distribuiti nei tre assi strategici.

Al programma partecipano otto Stati: Slovenia, Croazia, Bosnia ed Erzegovina, Montenegro, Albania, Serbia, Grecia e per l'Italia, oltre all'Abruzzo, regione capofila, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna, Marche, Puglia e Molise. Il programma ha una dotazione complessiva di circa 280 milioni di euro e mira ad armonizzare l'area transfrontaliera adriatica nel nome della cooperazione istituzionale, economica, culturale, turistica, ambientale ed infrastrutturale.

12/07/2011 8.16