Presentato il bilancio della Fondazione Pescara Abruzzo: 6,5 mln di avanzo

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

3164

PESCARA. Si è svolta ieri mattina, presso la sala conferenze della sede di Corso Umberto I in Pescara, la celebrazione della Giornata della Fondazione 2011 organizzata dalla Fondazione Pescarabruzzo.

PESCARA. Si è svolta ieri mattina, presso la sala conferenze della sede di Corso Umberto I in Pescara, la celebrazione della Giornata della Fondazione 2011 organizzata dalla Fondazione Pescarabruzzo.

Nate agli inizi degli anni ’90, le Fondazioni di origine bancaria sono ormai una ben radicata realtà nel sistema socio-economico del Paese, concorrendo, a livello locale, «al miglioramento ed allo sviluppo del territorio, all’innovazione sociale, alla diffusione e valorizzazione della cultura nelle dinamiche di crescita e sviluppo economico». Dopo l’introduzione del Presidente Prof. Nicola Mattoscio, hanno preso la parola, tra le principali autorità civili, religiose e militari intervenute alla cerimonia, per un breve saluto. Vi è stata, quindi, la presentazione del Bilancio Sociale 2010 della Fondazione Pescarabruzzo, l’annuale documento attraverso il quale l’Istituto vuole rafforzare il dialogo con i propri stakeholders e la comunità di riferimento e con il quale la Fondazione spiega le scelte intraprese ed i valori che ne sono alla base.

Con l’occasione sono stati rappresentati i principali progetti sostenuti nel corso del 2010: il “Restauro dell’Abbazia di San Clemente a Casauria”, che ha «inevitabilmente assunto il significato emblematico della volontà di ricostruzione post terremoto degli abruzzesi, a partire dal recupero delle identità più caratterizzanti della loro storia millenaria».

 L’intervento è costato 1,4 milioni di euro ed è stato realizzato in partnership con il World Monuments Fund. Il progetto di restauro è stato illustrato dall’Ing. Luciano Marchetti, Vice Commissario Delegato per la Tutela dei Beni Culturali dell’Abruzzo, alla presenza anche dei rappresentanti della Sovrintendenza. Sono stati, inoltre ricordati altri innumerevoli progetti nel campo della formazione del capitale umano, a supporto delle iniziative culturali, del mondo del volontariato e dello sviluppo economico locale.

«Pur nel contesto della gravissima congiuntura economica nazionale e internazionale», ha spiegato Mattoscio, «la Fondazione ha conseguito, al 31.12.2010, un avanzo di € 6.571.380. Il decremento rispetto agli esercizi precedenti è da ricondurre, principalmente, ai minori proventi da strumenti finanziari non immobilizzati, in un contesto di mercato che ha confermato la tendenza di contenuti ricavi medi su tale tipologia di asset e che, per numerosi operatori, ha determinato l’evidenza di rilevanti minusvalenze. La dinamica dell’avanzo di esercizio è, comunque, significativamente migliore del benchmark di riferimento per il sistema, nonostante la Fondazione non abbia fatto ricorso ai benefici di legge che autorizzano la non iscrizione delle minusvalenze finanziarie a Conto Economico».

A seguito degli accantonamenti effettuati, il Patrimonio Netto della Fondazione si è incrementato di € 1,3 milioni rispetto al 2009 ammontando, al 31 dicembre 2010, a € 207,5 milioni. Gli incrementi rilevati nel 2001, nel 2003 e nel 2007 sono stati generati dalle plusvalenze realizzate a seguito della vendita del pacchetto azionario di Banca Caripe. La consistenza del Patrimonio Netto posiziona la Fondazione Pescarabruzzo al 38° posto tra le Fondazioni aderenti all’ACRI e al 1° posto sia tra le Fondazioni di origine bancaria dell’Italia meridionale peninsulare, che nella classificazione nazionale delle Fondazioni di medie dimensioni (Fonte: ACRI).

«L’incidenza degli oneri di funzionamento sul Patrimonio Netto risultano sostanzialmente allineati a quelli degli esercizi precedenti. Si osserva che», ha spiegato Mattoscio, «tali oneri incidono sul Patrimonio Netto, nel periodo rappresentato, in maniera di gran lunga più contenuta rispetto ai dati medi di sistema (pari all’1,05% nel 2006; allo 0,69% nel 2007, all’1,72% nel 2008 e allo 0,8% nel 2009, ultimo dato disponibile»

08/07/2011 10.33