La banca anticipa i crediti alle aziende fornitrici del Comune di Pescara

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2904

La banca anticipa i crediti alle aziende fornitrici del Comune di Pescara
PESCARA. Un accordo per alleviare le conseguenze dei ritardi dei pagamenti della pubblica amministrazione sulle ditte fornitrici.

 

La Banca Infrastrutture Innovazione e Sviluppo, la banca del Gruppo Intesa Sanpaolo dedicata al Public Finance e alla collaborazione tra Pubblico e Privato, e Banca dell’Adriatico hanno siglato oggi con il Comune di Pescara un accordo per anticipare il pagamento delle fatture alle imprese fornitrici dell’Ente, con l’obiettivo di mantenere elevato il livello di servizio ai cittadini di sostenere l’economia del territorio.

Con la firma della convenzione, avvenuta oggi nella sede del Comune di Pescara, i due istituti di credito del Gruppo Intesa Sanpaolo promuovono sia la cessione pro soluto (BIIS) che l’anticipo pro solvendo (Banca dell’Adriatico) a tassi agevolati a favore delle aziende che vantano crediti verso l’Ente e che subiscono ritardi nei pagamenti.

La convenzione, resa possibile dalle previsioni del Decreto Anticrisi, è di durata semestrale e riguarda i contratti di fornitura di importo unitario superiore a 50.000 euro.

Le imprese potranno cedere pro soluto fino al 100% dei propri crediti a BIIS, che ha attivato e reso disponibile un plafond di 10 milioni di euro e potranno richiedere l’anticipo dei crediti pro solvendo di qualsiasi importo a Banca dell’Adriatico, che dopo l’esame del merito creditizio provvederà in tempi contenuti all’accredito.

I crediti potranno essere prontamente liquidati non appena il Comune di Pescara ne avrà certificato l’esistenza e l’esigibilità.

In un contesto economico che mostra ancora segni di difficoltà, il Comune di Pescara, BIIS

e Banca dell’Adriatico, attraverso questa convenzione, «intendono dare un concreto aiuto al tessuto produttivo locale, attivando un’ulteriore fonte di liquidità, prontamente accessibile, al servizio delle imprese fornitrici del Comune», è stato detto in conferenza stampa, «questo accordo, che non comporta oneri finanziario a carico dell’Ente, rende possibile la continuità delle forniture erogate al Comune di Pescara da parte dalle imprese creditrici, in gran parte piccole e medie imprese del territorio, che otterranno rapidamente i pagamenti dovuti ricevendo così nuova liquidità per operare e crescere».

04/07/2011 14.53