Nasce il comitato promotore per la Banca dell’Aquila

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

3137

L'AQUILA. Si è costituito formalmente con atto notarile il comitato promotore per la Banca dell’Aquila - credito cooperativo - soc. cooperativa.

L'obbiettivo, dicono i promotori, è quello di offrire alla città e al suo comprensorio un soggetto economico in grado di sostenere le realtà locali in un momento di oggettiva criticità per lo sviluppo territoriale. «Mutualità prevalente, insegnamento sociale cristiano e localismo economico», sono le principali leve su cui fin dall' inizio i promotori hanno incentrato il proprio operato. «Solo avendo a riferimento questi valori, si potrà crescere in modo sostenibile, creando benessere all'interno del territorio di appartenenza».

Ripartire dal sisma per contribuire al rilancio dell'economia locale con il sostegno di un istituto, che per natura, incentra le sue attività prevalentemente nei confronti dei propri soci e in ogni caso all'interno del territorio aquilano. «Si tratta di affiancare alla comunità, un modello ormai collaudato in altre realtà comprensoriali di regioni come, a mero titolo esemplificativo, il Trentino Alto Adige, dove il radicamento di questo tipo di istituti ha consentito alle singole economie locali di trovare sempre la giusta “capacità di ascolto”, tipica dei crediti cooperativi».

Queste le finalità che si propone il comitato per la costituenda Banca dell'Aquila, Credito cooperativo- soc. cooperativa.

I Promotori per garantire l'aderenza delle proprie azioni con i principi ispiratori, hanno ritenuto opportuno dotarsi di un comitato etico di garanzia composto da tre membri, la cui adesione sarà raccolta nei prossimi giorni, nel frattempo saranno possibili ulteriori innesti nell' ambito del Comitato Promotore.

L'iter, è formato da diverse fasi che prevedono impegni mirati per ognuna di queste.

Dopo l'autorizzazione, da parte della Consob, alla pubblicazione del prospetto informativo d'offerta, si procederà alla raccolta del capitale, per poi inoltrare la richiesta di autorizzazione allo svolgimento dell' attività bancaria in Banca d'Italia.

Il comitato promotore è composto da: Giammarco Berardi, Gabriele De Angelis (segretario), Gianfranco De Crescentis, Roberto Donatelli, Matteo Gizzi, Augusto Ippoliti, Roberto Madama (presidente), Stefano Miconi (vice-presidente), Alessandra Rossi, Pierluigi Simongini, Angelo Taffo, Enrico Vittorini.

24/05/2011 8.42