Castiglione: «300 mln per il territorio»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

1355

ABRUZZO. L'assessore in un convegno a Lanciano per "fabbriche aperte"

 


«Le industrie chimiche sono gioielli di tecnologie e sicurezza, con alti standard di qualità. Senza la chimica la vita che conosciamo adesso non sarebbe possibile: pensiamo alla plastica ed ai derivati, ai prodotti dell'edilizia, del campo farmaceutico alla medicina».

Lo ha dichiarato l'assessore allo Sviluppo Economico, Alfredo Castiglione, intervenendo a Lanciano al convegno "L'importanza della chimica per la sicurezza alimentare", nell'ambito dell'iniziativa di Federchimica, "Fabbriche Aperte".

«Nel 2011, anno internazionale della chimica - ha aggiunto - questa iniziativa è di grande utilità perché volta ad avvicinare le popolazioni all'industria chimica. Infatti, contrariamente a quanto avveniva un tempo ed all'incertezze che nascevano, ricordiamo il duro lavoro nelle miniere, è importante il lavoro estrattivo per produrre elementi di base per medicine e manufatti, è di rilevanza l'impegno verso l'ambiente e la sicurezza dei cittadini e dei lavoratori».

«Se dovessi individuare dei percorsi di crescita i questo campo - ha continuato Castiglione - potrei dire che la competitività di un territorio si sviluppa attraverso l'incremento della conoscenza e non con capannoni o macchinari. Credo si debba puntare sul capitale umano».

Quindi l'assessore ha fatto cenno ad una novità: «attraverso i ruoli dell'Europa, dentro i Fas, per rafforzare il poli di ricerca e le reti imprenditoriali, stiamo provando a negoziare per un contratto di sviluppo territoriale attraverso ben 20 progetti, per un totale di 300 milioni di euro, come unico investimento per il territorio. Il nostro compito – ha concluso l'assessore Castiglione - è far si che l'Amministrazione Pubblica non sia di rallentamento allo sviluppo economico del territorio, ma un compagno di viaggio con il quale condividere responsabilità, progetti ed obiettivi».

21/05/2011 10.46