Agricoltori abruzzesi si incontrano a Roma

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

1908

ROMA. La sfida: una agricoltura nuova per un paese nuovo.

Partirà domani 17 maggio all'alba la delegazione di giovani imprenditori agricoli abruzzesi che parteciperà alla prima assemblea nazionale di Coldiretti Giovani Impresa, dal titolo: "Italia 150: il Paese che si rinnova

- La filiera agricola tutta italiana per il ricambio generazionale". Decine di agricoltori al di sotto dei trent'anni provenienti da tutta la regione si sono dati appuntamento nella sede regionale di Coldiretti Abruzzo in via Po
a San Giovanni Teatino per partire alla volta di Roma e vivere personalmente la prima grande assise nazionale del movimento giovanile di Coldiretti, che vuole affermare la necessità di puntare sul ricambio generazionale per
rinnovare e rilanciare il  Paese.
«Un evento che per dimensioni ed età dei partecipanti è un appuntamento storico per l'agricoltura italiana e anche abruzzese», spiega Ilse De Matteis, delegata regionale di Giovani Impresa «quando si parla di agricoltura si pensa automaticamente ad un imprenditore avanti con l'età, poco sensibile all'innovazione e alla tecnologia. Invece, l'agricoltura è cambiata, ci sono tantissimi giovani che affidano il proprio futuro al settore primario e
credono che la riscossa dell' economia dipenda anche dal mondo rurale».
Nel corso dell'assemblea nazionale i giovani di Coldiretti presenteranno anche studi e indagini sull'enorme potenziale di crescita che i giovani imprenditori agricoli possono offrire alla ripresa in termini economici ed
occupazionali.
L'assise verrà trasmessa in diretta internet sul sito internet di Coldiretti.

16/05/2011 11.50