Camera Commercio Pescara entra nel Forum dell’Adriatico e dello Ionio

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3256

PESCARA. La Camera di Commercio di Pescara, nel tentativo di favorire l'economia provinciale e regionale, entra nel Forum delle Camere di Commercio dell’Adriatico e dello Ionio.

Il Forum, la cui XI edizione si è svolta in questi giorni (11-13 maggio) a Budva in Montenegro, è un'associazione, nata nel 2001, che unisce, ad oggi, 37 enti camerali appartenenti ai paesi che si affacciano sulle due sponde dell'Adriatico: Italia, Croazia, Federazione di Bosnia ed Erzegovina, Montenegro, Slovenia, Grecia ed Albania. L'obiettivo strategico del Forum è favorire un processo di crescita duraturo nel bacino di riferimento attraverso un efficace utilizzo delle risorse pubbliche nazionali e comunitarie ed una concreta applicazione sia dei principi europei che delle politiche di coesione e prossimità.

La parola d’ordine, emersa durante il Forum, è stata una, “blue economy”: un nuovo impegno, questo, assunto dalla Commissione europea, anche a seguito del contributo di idee e proposte giunte dai partecipanti all’assemblea.

In particolare, i lavori di questi giorni sono stati incentrati sull'importanza dell'economia marittima come chiave di sviluppo dei territori che si affacciano sull’Adriatico e sullo Ionio. Da questo quadro, emerge la necessità di rilancio dell'Abruzzo, ed in particolare di Pescara e del suo tessuto economico, al fine di recuperare il divario che le strutture di servizio, i porti, i centri studi, hanno nei confronti degli altri territori del bacino adriatico e di rispondere alla forte necessità di investimenti sulle infrastrutture marittime. 

14/05/2011 10.00