ECONOMIA REALE

Gli italiani mangiano più frutta che carne: è svolta epocale

Dato diffuso da Coldiretti in Giornata della Frutta e Verdura

Redazione Pdn

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

344

Gli italiani mangiano più frutta che carne: è svolta epocale

 

MILANO.  Svolta nelle abitudini alimentare degli italiani: per la prima volta la spesa per frutta e verdura sorpassa quella della carne. Lo rileva la Coldiretti in occasione della 'Festa della frutta e della verdura' a Expo. L'associazione che riunisce gli agricoltori italiani parla di una "rivoluzione epocale" per le tavole nazionali, che non era mai avvenuta in questo secolo. La spesa degli italiani per gli acquisti di frutta e verdura rappresenta il 23% del budget delle famiglie per il cibo, per un importo di 99,5 euro al mese, contro i 97 euro della carne (22%). L'analisi di Coldiretti si basa su dati Istat. "E' in atto a livello globale una tendenza al riconoscimento del valore alimentare della frutta e verdura alla quale dobbiamo saper dare una risposta concreta - ha sottolineato il presidente di Coldiretti, Roberto Moncalvo -. L'Italia ha il primato europeo nella produzione che genera un fatturato di 13 miliardi, con 236.240 aziende che producono frutta, 121.521 che producono ortaggi, 79.589 patate e 35.426 legumi secchi".

Gli italiani non sono diventati solo più salutisti a tavola ma sono sempre più appassionati anche degli orti 'fai da te': si stima che siano quasi 20 milioni quelli che aspirano ad avere il pollice verde (indagine Coldiretti/Censis). Una passione che contagia soprattutto i più giovani. La passione crescente per frutta e verdura ha fatto nascere nuove figure professionali: dal "sommelier della frutta", allo scultore che crea opere d'arte con le verdure, al "personal trainer dell'orto".

 Tutti hanno partecipato alla coloratissima festa sul Cardo, dove per l'occasione Coldiretti ha distribuito ai visitatori 50 quintali di frutta fresca. "Dobbiamo andare avanti valorizzando sempre più le nostre produzioni e lavorando sull'organizzazione della filiera - ha sottolineato il ministro per le Politiche agricole, Maurizio Martina - promuovendo qualità ed eccellenza e penso che Expo sia un'occasione anche per dimostrare ai 140 Paesi presenti la forza di questa produzione".

Il commissario unico di Expo, Giuseppe Sala, ha aperto la giornata di festa facendosi fotografare con le mascotte di Coldiretti vestite da frutta e verdura. Cuore della festa è stato il cluster Frutta e Legumi dove i Paesi hanno proposto cocktail e succhi di frutta particolari, come quello al mango e zafferano, o al baobab e all'ibisco. Qui Sala ha chiuso la Giornata: "Straordinaria partecipazione, grande successo" ha detto gustando un succo di frutta.