ECONOMIA

Abruzzo, crescono esportazioni in Cina (+14,8%) e Usa (+10,2%)

Mobilio +23% e pasta +1,4%

Redazione Pdn

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

2453

stand fiera
ABRUZZO. Nel secondo trimestre 2012 l'export dei distretti abruzzesi mostra una discreta tenuta (+2,3%).

Risultato positivo, dunque, dopo le performance negative del 2011, grazie ai buoni risultati conseguiti soprattutto dal mobilio Abruzzese (+23,4%) seguito dalla pasta di Fara (+1,4%). Rimane sostanzialmente stabile l'export nei distretti dei vini di Montepulciano d'Abruzzo e dell'abbigliamento Nord Abruzzese. Prosegue, in controtendenza rispetto alla performance positiva dei distretti del Sistema Moda, la dinamica negativa delle esportazioni nell'abbigliamento Sud Abruzzese (-4,9%). Torna in territorio positivo la dinamica del polo ICT dell'Aquila (+4,5%) che recupera sul principale mercato di sbocco, gli Stati Uniti.
Sono questi i principali risultati che emergono dal Monitor dei distretti dell'Abruzzo curato dal Servizio Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo per Banca dell'Adriatico.
L'andamento dei flussi commerciali dei distretti dell'Abruzzo risulta migliore sia rispetto alla media dei poli distrettuali dell'area meridionale (+1,1%) sia rispetto al complesso dei distretti italiani (1,2%). L'analisi della direzione delle esportazioni rileva però le difficoltà incontrate dai distretti abruzzesi soprattutto su alcuni tradizionali mercati di sbocco europei (Germania, Regno Unito, Spagna) ma anche su alcuni mercati emergenti (Hong Kong, Ucraina). Bene invece le esportazioni negli Stati Uniti, primo sbocco commerciale (+10,2%), in Belgio (+2,1%), in Svizzera (22,5%) e in Francia (9,2%). Buoni anche i risultati sul mercato cinese (+14,8%).
Osservando i dati sugli ammortizzatori sociali e' confermato il quadro di luci e ombre dei distretti abruzzesi monitorati. Sono diminuite, infatti, le ore autorizzate di Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria, mentre quelle di CIG Straordinaria, richieste principalmente in situazioni di crisi aziendali, sono aumentate considerevolmente soprattutto per il Mobilio Abruzzese. Il Polo ICT sperimenta un aumento di ore di CIG Ordinaria e un calo di ore di CIG Straordinaria e in Deroga.