ECONOMIA

Contributi alle imprese teramane: quattro bandi per 459.000 euro

Per le domande c’è tempo fino al 15 ottobre

Redazione Pdn

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

2637

aziende imprenditori economia
TERAMO. Fondi per l’avvio di nuove imprese, l’imprenditorialità femminile, la stabilizzazione dell’occupazione in azienda e la riqualificazione delle attività imprenditoriali negli otto comuni rientranti nel cratere sismico del 2009.

Lo stanziamento complessivo ammonta a 459.000 euro e le istanze di partecipazione ai bandi, potranno essere inviate alla Camera di Commercio di Teramo, con raccomandata dalle ore 08.00 del 15 ottobre 2012.
In particolare il Bando per la concessione di contributi per l’avvio di nuove iniziative imprenditoriali prevede il rimborso parziale delle spese sostenute dai nuovi imprenditori, per una ampia gamma di tipologie di spesa (spese notarili di costituzione della società, acquisto di beni strumentali, lavori di adeguamento locali, formazione, contratti di francising, azioni di comunicazione, ecc.), con un massimale di contribuzione a fondo perduto pari a 4.500 euro per le imprese individuali ed 6.000 euro per le società.
Gli interventi per sostenere l’imprenditoria femminile si sostanziano in contributi fino ad un massimo di 4.000 euro a fondo perduto, per investimenti in attrezzature, formazione manageriale e/o professionale, campagne di promozione e comunicazione, per l’adeguamento, il rinnovo e la ristrutturazione di locali destinati allo svolgimento dell’attività imprenditoriale.
Altro campo di intervento riguarda la trasformazione dei contratti di lavoro da tempo determinato a tempo indeterminato e pieno, l’assunzione a tempo indeterminato di lavoratori presenti in azienda con contratto di somministrazione/ co.co.pro, contratto interinale, altri contratti di lavoro subordinato atipico, o lavoratori in stage/tirocinio, la qualificazione dei giovani apprendisti in lavoratori dipendenti assunti a tempo indeterminato e pieno. Tale strumento prevede un contributo pari ad 4.000 euro per ciascun contratto trasformato.
La Camera di Commercio di Teramo ha realizzato importanti interventi finalizzati al rilancio delle attività economiche interessate dal sisma del 2009, a valere sulle risorse raccolte da Unioncamere attraverso il Fondo di Solidarietà per l’Abruzzo. Il nuovo intervento ha una dotazione finanziaria di € 91.000 ed è finalizzato a riqualificare le attività commerciali, di ristorazione, di somministrazione di alimenti e bevande, le attività artigianali di servizio alla persona, le attività di produzione e commercio di prodotti artigianali (es. ceramiche artistiche) che rappresentano l’ossatura imprenditoriale degli otto comuni (Arsita, Castelli, Colledara, Fano Adriano, Montorio al Vomano, Penna S.Andrea, Pietracamela e Tossicia) della montagna teramana rientranti nel cratere sismico.
I Bandi, con la relativa modulistica per la presentazione delle istanze, sono disponibili sul sito internet della Camera di Commercio di Teramo o presso gli uffici del Servizio Promozione dell’ente camerale, in Via Savini 48-50 a Teramo.