INDUSTRIA

Campus automotive, incarico a Camera di Commercio

Approvati progetti per 3,7 mln di euro

Redazione Pdn

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

3672

Silvio Di Lorenzo

Silvio Di Lorenzo

ABRUZZO. La Camera di Commercio di Chieti è l'ente pubblico incaricato della realizzazione, gestione e sviluppo dell'infrastruttura tecnologica "Campus dell'innovazione automotive e metalmeccanica".

Lo ha deciso la Giunta Regionale con delibera del 2 ottobre 2012 che investe ufficialmente l'ente presieduto da Silvio Di Lorenzo, di recente dimessosi dopo più di un decennio dalla vicepresidneza della Honda Italia.
Il progetto rientra in un Programma più ampio che mira a sviluppare un sistema automotive relativo ai veicoli commerciali e professionali (due/quattro/sei ruote trasporto persone e merci), capace di rafforzare e consolidare la filiera per migliorare la competitività per favorire il radicamento delle grandi imprese. Secondo Castiglione «il programma si realizza attraverso l'organizzazione della filiera produttiva (tramite il Polo d'Innovazione Automotive e il Campus) e della filiera formativa (tramite l'ITS e il Polo Tecnico-professionale). La sfida è nella capacità di realizzare prodotti che i competitor non possono realizzare perché non dispongono di competenze e tecnologie abilitanti adeguate».
Al momento sono già stati approvati progetti afferenti al Polo Automotive per circa 3,7 milioni di euro di contributo. A breve, a maggiore supporto del comparto Automotive e delle imprese che operano nel settore industriale abruzzese, usciranno: i Bandi per la costituzione delle Reti di Impresa e dei progetti ad essi collegati; si provvederà alla copertura del Digital Divide tramite interventi sulla Banda Larga per rendere più competitivo tutto il nostro territorio (36 mln di euro fondi FAS per infrastrutture e componenti informatici); si attueranno contratti di sviluppo Nazionali e Regionali per un totale di 25 mln di euro dei fondi FAS.
Il progetto del Campus automotive è praticamente definitivo con le principali autorizzazioni già concesse e può considerarsi cantierabile. La realizzazione dell'opera rimarrà di proprietà di un Ente Pubblico e si assumerà la partecipazione della Regione Abruzzo alla Governance della stessa.
«Con questo intervento - spiega l'assessore Castiglione - la Regione Abruzzo mostra ulteriormente il proprio interesse all'intero settore automotive, cosciente della sua importanza, visto che da solo, rappresenta circa il 20% del PIL Abruzzo con circa 30.000 addetti, un fatturato di circa 8 miliardi di euro e il 60 per cento delle esportazioni totali dall'Abruzzo. Le grandi imprese che ancora premiano il nostro territorio, vedono in queste iniziative, che cercano di attivare le risorse comunitarie e nazionali, per la proiezione internazionale degli stabilimenti localizzati in Abruzzo».