PROGETTI E POLEMICHE

Ecopetrol, rimandata conferenza di servizi ed autorizzazione

Rc Spoltore: «ancora una volta massima soddisfazione»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2082

L'impianto è di proprietà del consigliere provinciale

L'impianto è di proprietà del consigliere provinciale

CEPAGATTI. La conferenza di Servizi per l’autorizzazione dell’impianto di trattamento di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi della Ecopetrol è stata rimandata. Lo ha annunciato con soddisfazione il segretario regionale Prc del Circolo Cepagatti, Walter Rapattoni che da tempo si batte contro la realizzazione della centrale.
Oggi si sarebbe discusso per il rilascio Aia (autorizzazione integrata ambientale) ma la seduta è stata aggiornata all’11 ottobre prossimo alle 9.30.
«Su disposizione del dirigente del Servizio Gestione Rifiuti Franco Gerardini», si legge nella nota che annulla l’appuntamento, «si comunica che la Conferenza dei Servizi è stata posticipata e si comunica che lo scrivente servizio, valutate le motivazioni riportate, accoglie la richiesta di partecipazione al procedimento amministrativo da parte del partito Rc. Nel corso della seduta il partito potrà prendere visione degli atti, presentare osservazioni e memorie scritte».
«Ancora una volta l’attenzione di Rifondazione e cittadini rispetto alle procedure autorizzative di impianti impattanti», ha commentato Rapattoni, «è determinante per guadagnare tempo, approfondire e studiare la documentazione e favorire processi partecipativi. Spiace invece che troppo spesso le amministrazioni locali abbiano con troppa leggerezza dato il via libere a simili impianti, per questo continueremo a vigilare».
L’impianto dovrebbe sorgere in località Bucceri di Cepagatti. Rifondazione Comunista ha da tempo sollevato diverse perplessità. A partire dalla vicinanza del futuro centro dal centro agroalimentare Valle Pescara, dal superamento dei livelli inquinanti nell’aria (come rilevato dalla più vicina centralina di Spoltore che al 10 settembre di quest’anno ha già registrato 89 giorni di superamenti per le polveri sottili).

Così come non si può dimenticare che nel Comune di Cepagatti in strada provinciale Bonifica Vallemare il 6 giugno 2012 è stata rilasciata l’autorizzazione per la costruzione e esercizio di un impianto di produzione di energia elettrica alimentato da biomassa, olio vegetale, di potenza pari a 940 kW alla Società Synergas S.r.l.
«Ora l’amministrazione comunale dia seguito ai propri impegni affinché la conferenza dei servizi bocci definitivamente l’impianto», ha detto Rapattoni ricordando che il Consiglio comunale di Cepagatti con delibera 49 del 29 novembre 2011, in concomitanza temporale con i lavori della precedente Conferenza dei servizi, ha chiaramente espresso parere negativo alla dislocazione dell’impianto.
Alla prossima conferenza dei servizi, ha fatto sapere il segretario, «chiederemo di verificare se le integrazioni richieste da Arta e Asl nella seduta del 29 novembre 2011 siano state trasmesse entro 60 giorni dalla società così come richiesto e riportato nel verbale della Conferenza dei servizi stessa».