FORMAZIONE

Provincia Pescara, al via 180 tirocini per giovani da 600 euro al mese

La scadenza per le candidature è il 20 aprile

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3649

Provincia Pescara, al via 180 tirocini per giovani da 600 euro al mese
PESCARA. 180 tirocini finanziati con fondi Po Fse 2009-2010-2011 per un finanziamento di 332.191,85 euro. Con questo progetto la Provincia di Pescara ha pensato all’inserimento professionale dei giovani abruzzesi, offrendo loro un’opportunità per farsi strada nel mondo del lavoro.

Gli stages formativi avranno la durata di 3 mesi (da giugno ad ottobre 2012) e sono rivolti a diplomati, non diplomati e laureati. Il candidato dovrà presentare le domande entro il 20 aprile 2012 con raccomandata o tramite posta elettronica certificata. La somma totale sarà spalmata su due tipi di stages : quelli destinati ad inoccupati e diplomati tra 18 e 29 anni (238.101 euro) e quelli per non diplomati disoccupati tra 18 e 35 anni (94.090 euro).
Gli enti presso i quali i giovani dovranno formarsi sono imprese con sede in Abruzzo, cooperative, regolarmente iscritte nel registro delle imprese, studi professionali il cui titolare sia iscritto all’Albo professionale di competenza, associazioni regolarmente iscritte al Registro regionale del volontariato o iscritte negli appositi Albi provinciali, onlus iscritte all’anagrafe unica dell’Agenzia delle entrate, cooperative registrate all’Albo regionale delle cooperative.
Le candidature possono essere presentate da coloro che siano residente o domiciliati nella provincia di Pescara, che siano inoccupati o disoccupati e risultino iscritti presso uno dei Centri per l'Impiego della provincia di Pescara (Pescara, Penne, Scafa), tra i 18 ed i 29 anni (se diplomati o laureati) e tra i 18 ed i 35 anni con un reddito ISEE inferiore ad € 25.000,00 (se non diplomati).
Per ottenere il compenso € 600,00 mensili, il candidato dovrà svolgere almeno 80 ore di tirocinio ed una attività settimanale di almeno 16 ore, ad eccezione di quei mesi nei quali sono previsti periodi di chiusura per ferie o per festività lunghe. Se il tempo di chiusura supera le 2 settimane, il tirocinio viene di fatto sospeso e, di conseguenza, la sua scadenza posticipata.
Il dirigente della Provincia Tommaso Di Rino ha salutato l’iniziativa con soddisfazione. «Stiamo valutando di ampliare le risorse disponibili», ha detto, « per finanziare un numero di tirocini ancora più nutrito. Abbiamo già avviato richiesta formale all’Autorità di Gestione del Fondo Sociale Europeo per l’Abruzzo».