ECONOMIA

Casa, a Pescara i prezzi più alti: fino a 2300euro a metro quadro

Una ricerca calcola un risparmio di 170euro a metro quadro se l'immobile è usato

Redazione Pdn

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

4185

Casa, a Pescara i prezzi più alti: fino a 2300euro a metro quadro
ABRUZZO. Meglio acquistare un immobile usato se si vuole risparmiare fino a 170euro a metro quadro. E' quanto emerge da una ricerca dell'Osservatorio

Casa.it che ha preso in considerazione vantaggi e svantaggi legati all’acquisto di immobili nuovi o usati in Abruzzo.
Le nuove costruzioni al metro quadro costano in media 170 euro in più rispetto all’usato. Pescara, con una media di 2.100 euro al metro quadro è la provincia più cara in cui acquistare un immobile.
L’analisi svolta dal portale immobiliare ha messo in evidenza come sia Pescara, la città abruzzese in cui acquistare una soluzione immobiliare risulta più dispendioso. In particolare, una casa nuova richiede un esborso medio di 2.300 euro al metro quadro, a fronte dei 1.950 richiesti per una usata.
Per quanto riguarda le altre province, Teramo fa registrare quotazioni medie di 1.900 euro per il nuovo, contro i 1.750 euro al metro quadro necessari per l’usato. Nel capoluogo, L’Aquila, la spesa per un appartamento di nuova costruzione si aggira sui 1.750 euro al metro quadro, cifra che supera di circa 100 euro quella richiesta per uno vecchio. Infine, con un prezzo medio di 1.700 euro mq per le nuove costruzioni, chiude la classifica Chieti dove quelle usate si aggirano sui 1.600 euro.
«Il nostro database», ha commentato Daniele Mancini, Amministratore Delegato di Casa.it, «ha permesso anche un’indagine approfondita dell’andamento della domanda del nuovo rispetto all’usato che evidenzia un rialzo per il capoluogo della regione, mentre presenta un trend stabile per la città di Teramo. Sia a Pescara che a Chieti, inoltre