ECONOMIA

Atr Group. Sindacati e nuova proprietà concordano il rilancio

Ieri nuovo incontro in Provincia di Teramo

Redazione Pdn

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

3385

 Atr Group. Sindacati e nuova proprietà concordano il rilancio
TERAMO. Sindacati e Atr di Colonnella si sono incontrati ieri mattina al tavolo delle relazioni industriali della Provincia per un confronto sulle problematiche attinenti la fase della ripresa aziendale dopo l’ingresso della nuova proprietà Massi & Proietti.

A presiedere la riunione lo stesso Valter Catarra supportato dall’assessore alle Attività produttive, Ezio Vannucci. Il Presidente ha aperto l’incontro ribadendo la volontà dell’amministrazione di continuare a «monitorare con attenzione e impegno le iniziative che stanno caratterizzando questa fase aziendale».
Le organizzazioni sindacali rilevano una serie di criticità e hanno posto sul tavolo un elenco di questioni: dal passaggio delle commesse già in essere, ai criteri di reimpiego dei lavoratori del bacino Atr e per le nuove assunzioni; alla mancanza di un “funzionigramma” aziendale fino alla richiesta di informazioni sulle prospettive e strategie aziendali.
A questo proposito Valter Proietti e Primo Massi, entrambi presenti all’incontro insieme a Salvatore De Bellis, delegato della gestione commissariale, hanno evidenziato le difficoltà derivanti «dal lungo e tortuoso iter amministrativo e decisionale che prevede numerosi passaggi i quali richiedono tempi e modalità non sempre compatibili con le esigenze aziendali, ma che vanno comunque rispettati: procedura, advisor, comitato di sorveglianza, MI.S.E»: la proprietà, però, ha assicurato di stare compiendo tutti i passaggi necessari a garantire «una piena ripresa dell’attività».
Per quanto riguarda assunzioni e reimpiego di personale l’azienda ha dichiarato di «voler proseguire secondo gli accordi sottoscritti con i sindacati» e si è impegnata a chiedere un elenco dei lavoratori in C.I.G.S., suddivisi per competenza, anzianità di servizio e carichi di famiglia” garantendo che la ricognizione delle esigenze, così come delle altre questioni oggetto del verbale, avverrà in forma congiunta con i sindacati, in sede aziendale entro la prima decade di febbraio.

Per le organizzazioni sindacali erano presenti: Antonio Liberatori, Giampiero Dozzi, Gianluca Di Girolamo, rispettivamente Segretari di FIM – CISL, FIOM – CGIL, UILM - UIL e le rappresentanze aziendali.