ABB di Loreto, firmato l’accordo per la cessione dell’azienda

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3382

.

PESCARA. E’stato firmato ieri, nella sede dell’assessorato al Lavoro e Formazione della Provincia di Pescara, l’accordo per il passaggio dell’azienda ABB di Loreto al gruppo ICIE Combo Energy di Termoli, operante nei settori della produzione di quadri elettrici.

La firma è l’ultimo atto di una lunga trattativa  che ha portato all’accordo sindacale, siglato ieri sera,  che sancisce il definitivo passaggio all’azienda molisana, con la garanzia del mantenimento del posto di lavoro per i 35 dipendenti attualmente occupati a Loreto.

«Si tratta di una giornata importantissima – ha esordito l’assessore al Lavoro Martorella – perché chiudiamo nel giro di 15 mesi una trattativa che ha avuto diversi passaggi, e che oggi, grazie anche al contributo della regione Abruzzo e del ministero dello Sviluppo Economico, si conclude felicemente,  con la cessione ad un’azienda che presenta un solido piano di sviluppo industriale. Un buona notizia per la nostra provincia».

 Anche il Presidente della Provincia, Guerino Testa, ha voluto esprimere la sua soddisfazione, sottolineando il «valore di una vertenza condotta in modo costruttivo – contrariamente a quanto avviene solitamente-  e sulla quale ha pesato  la capacità di stabilire corrette relazioni tra le parti».

L’accordo prevede la cessione del ramo d’azienda del gruppo ABB di Loreto Aprutino,  specializzata nella produzione di quadri elettrici di media tensione per la distribuzione elettrica, alla Icie Switchboards srl, società del gruppo Pistilli, che opera nel settore della produzione di apparecchiature elettriche e di impianti elettrici industriali: un’operazione che rientra in un più ampio e articolato piano di sviluppo del gruppo Pistilli e funzionale al potenziamento del comparto di produzione di apparecchiature elettriche. 

«Con questo accordo – ha spiegato il rappresentante di Confindustria Fabio Scalzini -  viene garantita la continuità produttiva e occupazionale del sito di Loreto, scalzando il rischio di una crisi produttiva e occupazionale che avrebbe infierito su un territorio nel quale sono in atto altre situazioni di crisi».

«I lavoratori – ha sottolineato il Sindaco di Loreto, Remo Giovannetti – hanno dimostrato grande senso di responsabilità, come  molta serietà hanno dimostrato i vertici della ABB e l’assessore provinciale al Lavoro nel prendersi in carico il problema dal primo momento, promettendo di voler chiudere positivamente la vicenda».

«Se questo risultato è stato possibile, ha dichiarato Domenico  Bona,responsabile Risorse Umane della ABB - è stato perché il percorso ha sempre visto coinvolte tutte le parti sociali, con l’approccio condiviso di voler salvaguardare il territorio».

 Infine i Sindacati presenti, Marinucci per la FIOM CGIL e Di Domenico per la FIM CISL, sono intervenuti ringraziando le istituzioni e i vertici aziendali, e in particolar modo i fratelli Pistilli, descritti come «imprenditori brillanti, che dal primo giorno si sono presentati in modo positivo, dando una nuova carica ai dipendenti».

L’atto è stato firmato dall’assessore al lavoro Antonio Martorella, dal sindaco di Loreto Remo Giovannetti, dalle aziende  ABB e ICIE, dalla Confindustria, dai rappresentanti della regione Abruzzo e del ministero dello Sviluppo Economico, dai sindacati CGIL, CISL, UIL e RSU.

25/03/2011 10.55