Matex, chiude definitivamente la fabbrica di Montesilvano

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2178

MONTESILVANO. La vertenza Matex, l’azienda di Montesilvano che opera nel campo tessile e dell’abbigliamento,  è arrivata oramai a conclusione.

La ditta ha comunicato la sua volontà di cessare l’attività produttiva.

Una decisione dolorosa per 32 lavoratori in cassa integrazione già dai primi mesi del 2009, ma seguita con attenzione dall’assessore al Lavoro e Formazione della Provincia di Pescara, Antonio Martorella, che oggi, nella sede di via Passolanciano, ha incontrato, unitamente all’assessore al Comune di Montesilvano Emidio Di Felice, l’amministratore unico Claudio Giardino e l’avv. Nicola Pintucci della Matex, assistiti da Fabio Scalzini della Confindustria, e le organizzazioni sindacali CGIL, CISL ed RSU.

Tutti i partecipanti si sono travati d’accordo sulla proposta di richiedere al Ministero del Lavoro la convocazione di un tavolo per far ricorso ad un ulteriore periodo di cassa integrazione guadagni straordinaria della durata di 24 mesi, a partire dal 4 aprile prossimo. Contestualmente sarà convocato un tavolo tecnico formato da Confindustria, Sindacati e Istituzioni, per valutare la definizione di percorsi formativi per gli ex lavoratori dello stabilimento, utili ad una loro riconversione professionale spendibile sul mercato del lavoro.

«La Provincia di Pescara – ha dichiarato l’assessore Martorella – si attiverà  per la definizione di questi percorsi formativi di riqualificazione professionale anche attraverso i servizi già forniti dai propri Centri per l’Impiego e volti all’accrescimento dell’occupabilità».

14/03/2011 18.01