Abruzzo: a quota 275 mila i servizi erogati dagli uffici del Fisco nell’anno 2010

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

1546

ABRUZZO. Sono 275.195 i servizi erogati in Abruzzo presso gli uffici territoriali dell’Agenzia delle Entrate, nel corso del 2010.

Un numero elevato che conferma il totale impegno dell’Amministrazione finanziaria a soddisfare la domanda di assistenza da parte dei contribuenti, in costante crescita negli ultimi anni.

Sale il numero delle registrazioni di atti e denunce di successione, che nel 2010 raggiunge gli 84mila, segnando una crescita del 6,6% rispetto al 2009. Seguono le attività di sportello per ricezione di documenti, con 48.193 richieste.

Balzano a 48.296 gli interventi sulle comunicazioni e sulle cartelle di pagamento legate alle dichiarazioni fiscali, contro i 42.375 registrati nel 2009. Il dato in aumento è una conseguenza dell’accelerazione impressa dalle Entrate al calcolo dei tributi risultanti dalle dichiarazioni. A questo proposito, le richieste di assistenza sono aumentate in misura minore rispetto al numero delle comunicazioni inviate ai cittadini. Questo grazie ai nuovi strumenti messi a disposizione dell’Agenzia, come Civis e la Posta elettronica certificata, ma anche del lavoro di semplificazione delle comunicazioni inviate ai contribuenti, oggi più chiare e facili da capire.

Partenza sprint per Civis, il nuovo servizio di assistenza via web, che nel 2010 registra oltre 6mila richieste di “supporto” telematico da parte dei contribuenti. Ha chiuso l’anno con successo, dunque, il canale di consulenza online che l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione di contribuenti e professionisti per dialogare in rete con il Fisco.

Scende il numero di rilasci, variazioni e cessazioni delle partire Iva. Il dato, infatti, si riduce di oltre il 42%, calando da 20.576 nel 2009 a 11.862 nel 2010. Si tratta dell’effetto Comunica, il nuovo servizio per avviare le imprese “in un solo giorno”, che ha registrato un’impennata nel corso dell’anno scorso. Va di pari passo il calo graduale degli accessi agli uffici dell’Agenzia e canali telematici, visto l’incremento registrato presso le camere di Commercio, nell’area dedicata al registro imprese. Scende anche il numero di rilasci, variazioni e cessazioni dei codici fiscali con 47.679 richieste, con circa il 16% in meno.

Cresce il filo diretto al telefono con i contribuenti abruzzesi: gli operatori dei CAM (tra i quali quello di Pescara) e dei mini call center hanno risposto a più di 23.500 chiamate provenienti dai contribuenti della regione.

«Quello appena trascorso – ha dichiarato il direttore Regionale, Rossella Rotondo - si conferma l’anno dell’assistenza ai contribuenti e porta a casa buone performance non solo sul versante dell’aiuto e delle informazioni a cittadini e imprese, ma soprattutto sul piano dei servizi resi direttamente in rete, con l’intento di semplificare la vita al contribuente e fornirgli un supporto costante nell’ottica di una sempre maggiore tax compliance».

14/03/2011 10.49