Burgo, sindacati incontrano la società tra ottimismo e speranza

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

1540

CHIETI. Ieri mattina la Rsu Burgo ha partecipato all’incontro, tenutosi presso l’associazione industriali della provincia di Chieti con l’azienda Burgo Group rappresentata.

Tema dell’incontro è stato l’attivazione della fase procedurale per l’apertura della mobilità per i lavoratori ancora in cassa integrazione in deroga, fase di rito prima di accedere all’eventuale mobilità (la cassa in deroga scade il 4 aprile).

I rappresentanti sindacali hanno richiesto che venisse verbalizzato in un documento quanto espresso dall’azienda durante la riunione ossia la propria disponibilità a verificare entro breve presso la Regione Abruzzo la disponibilità della Cassa in deroga.

La stessa azienda, dicono i portavoce di Slc-Cgil, Fistel-Cisl e UilcomIcom-Uil, ha dichiarato di mostrarsi fiduciosà sugli sviluppi del rapporto interlocutorio e di collaborazione avviato con l’istituzione comunale e in particolar modo con il sindaco di Di Primio, al fine di arrivare concretamente a ricostruire delle realtà economiche sul sito Ex Burgo.
La RSU esprime soddisfazione per l’operato dell’amministrazione comunale «e in particolar modo del primo cittadino. Siamo fiduciosi che i prossimi step diano (conferenza dei servizi del 15 prima di tutto) un accelerazione al cosiddetto progetto In.Te e che da parte della Regione ci sia tutta la disponibilità possibile attraverso lo strumento della Cassa in deroga ad accompagnare i lavoratori restanti alla ricollocazione o all’aggancio al trattamento di pensione».

I lavoratori ancora in forza sono 135 e la riunione è stata aggiornata al 23 marzo con l’auspicio di poter andare avanti per la Cassa in deroga. Nel frattempo procede la fase
preparatoria sul progetto della Coop. Area.

04/03/2011 8.49