Castiglione:«collaborazione con la Cina su telecomunicazione e protezione civile»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2048

ABRUZZO.  Telecomunicazioni e modelli di governance in casi di eventi sismici costituiscono i temi strategici sui quali l'Abruzzo «intende avviare una possibile partenership con la Cina».

 

 Lo ha annunciano l'assessore allo Sviluppo economico, Alfredo Castiglione, prensentando in conferenza stampa la partecipazione della Regione all'expo internazionale di Shangai 2010, intitolata "Better City Better life". «La Cina - ha puntualizzato l'assessore Castiglione - è la seconda nazione sui mercati del mondo, con margini di crescita enormi per tutte quelle realtà che vogliono raccogliere la sfida sul piano dell'innovazione. Sicuramente - ha aggiunto - telecomunicazioni, energie rinnovabili e sostenibilità dei centri urbani, rappresentano anche per noi questioni nodali e sulla quali abbiamo maturato una solida conoscenza».

 Proprio sul punto delle comunicazioni, Castiglione ha anticipato che a Shangai si svolgerà un incontro con i responsabili di «Zte, il terzo colosso mondiale delle telecomunicazioni, che ha già collaborato con Telecom Italia per il progetto C.A.S.E. dell'Aquila, dopo una manifestazione di interesse ad investire in Abruzzo».

 Il professor Alberto Clementi, docente alla Facoltà di Architettura dell'Università d'Annunzio, ha illustrato i contenuti di un filmato di tre minuti che ha il compito di portare all'expo' di Shangai «i temi potenzialmente strategici per una realtà come quella cinese: dalla tradizione storica ambientale all'innovazione, con una particolare attenzione al modello di collabarazione istituzionale, sperimentato dal basso, per la gestione del terremoto e della fase della ricostruzione dell'Aquila».

 Per il professor Clementi, comunque, la strada per il «successo e la promozione delle eccellenze regionali, passa attraverso la collaborazione tra Regione, imprese e Università».

13/09/2010 12.02