Riforma Confidi, Casartigiani e Confindustria soddisfatti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3057

ABRUZZO. Le piccole imprese potranno respirare dopo l'approvazione della nuova legge.

Grande soddisfazione è stata espressa dal presidente di Intercredit, Gianfranco Mancini, il presidente di Casartigiani, Teramo Giulio Falone, e il direttore di Confindustria Teramo, Nicola Di Giovannantonio, per l’approvazione della nuova legge di riforma dei Consorzi di Garanzia Fidi da parte del Consiglio Regionale.

«E’ una legge innovativa ed all’avanguardia», ha detto Gianfranco Mancini, presidente del maggiore Confidi abruzzese «anche sul piano nazionale. Abbiamo sostenuto sin dall’inizio l’iniziativa dell’assessore Castiglione perché riteniamo oggi vitale per le imprese abruzzesi essere sostenute per l’accesso al credito e questa legge può esserne un valido presupposto».

Ora è necessario però che la Regione trovi le risorse necessarie per finanziarla poiché sia i Confidi che le imprese soffrono enormemente per gli effetti della crisi «che è tutt’altro che finita».

Stesso compiacimento per Giulio Falone, presidente Casartigiani, che ha aggiunto: «come componente maggioritaria della Casartigiani in Abruzzo non possiamo che esprimere soddisfazione per l’emanazione della legge. Le piccole imprese, e in particolare quelle artigiane, sono soffocate da un credito bancario sempre più difficile da ottenere e raccomando pertanto la massima celerità nel mettere in campo gli incentivi finanziari che la legge prevede».

L’importanza della riforma come spinta all’aggregazione tra i Confidi è stata sottolineata anche dai rappresentanti della categoria degli industriali.

«Proprio recentemente», ha commentato Nicola Di Giovannantonio, direttore di Confindustria

Teramo, «la nostra Giunta ha deliberato la fusione del proprio Confidi con Intercredit per dare vita ad un nuovo soggetto capace di facilitare l’accesso al credito bancario anche per le imprese più grandi».

 

29/07/10 11.50