Cantine aperte, Febbo: «centrati tutti gli obiettivi»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1903

ABRUZZO. Si è appena conclusa Cantine d'estate, la nuova iniziativa di promozione enoturistica organizzata dall'assessorato all'Agricoltura e dal Movimento turismo del vino Abruzzo.

L'assessore all'Agricoltura, Mauro Febbo e il presidente del Movimento turismo del vino Abruzzo, Nicola D'Auria, il commissario dell'Arssa, Gaetano Valente, il presidente della Sangritana, Pasquale Di Nardo, e il vicedirettore dell'Arpa Stefano Diano, gli organizzatori hanno tracciato un primo bilancio dell'iniziativa e le linee guida per la prossima edizione.

«Il progetto, ideato dal Movimento del vino e fatto proprio dall'assessorato - ha dichiarato l'assessore Mauro Febbo - ha centrato gli obiettivi prefissati ovvero mettere insieme le tante peculiarità dell'Abruzzo sfruttando le sinergie per portare un beneficio all'economia abruzzese. L'obiettivo ora è andare oltre i confini della nostra Regione. Il vino - ha concluso l'assessore Febbo - va inteso come ambasciatore dell'intera e vasta gamma di prodotti gastronomici nonché delle bellezze architettoniche e geologiche abruzzesi».

Il progetto, partito lo scorso 29 luglio, si è avvalso di 31 mini tour dedicati ai consumatori, diretti alle cantine del Movimento turismo del Vino Abruzzo e all'Enoteca regionale di Ortona, con partenza in pullman da alcune delle principali località turistiche della zona costiera, rivolgendosi principalmente ai turisti, ma anche a tutti quanti volessero conoscere più da vicino i vini abruzzesi, direttamente nei luoghi di produzione.

«Trattandosi di una prima edizione - ha dichiarato Nicola D'Auria - senza dubbio avremo modo di migliorarci ulteriormente con il tempo, ma quello che ci fa piacere è che centinaia di appassionati, abruzzesi, ma anche provenienti da altre regioni d'Italia e dall'estero (in particolare Inghilterra, Germania, Finlandia, Norvegia, Romania), grazie a Cantine d'Estate, si sono avvicinati alla nostra realtà, ai nostri prodotti, e al nostro lavoro».

E' intervenuto alla conferenza anche il produttore Enrico Marramiero, che ha sottolineato come in questa prima edizione «era importante partire, le grandi cifre di affluenza arriveranno in seguito» e come il «passaggio per i Tour operator sia fondamentale».

06/09/10 8.00