Cassa integrazione, diminuiscono le ore in Abruzzo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1319

ABRUZZO. Le ore  di cassa integrazione in Abruzzo, autorizzate dall’Inps, nel periodo Gennaio- Novembre 2010 sono state 29.850.960, diminuite di 2.714.049 rispetto allo stesso periodo del 2009.

Il dato lo rende noto la segreteria della Cgil regionale.

La Provincia che continua a registrare più difficoltà è quella di Teramo con 11.644.255 ore (8.541.304 nel 2009), di cui 8.343.393 di cassa integrazione straordinaria. Quest’ultimo dato desta serie preoccupazioni circa la tenuta del sistema industriale e di quello economico-sociale dell’intero territorio teramano.

Nelle altre Provincie di Pescara, Chieti e l’Aquila sono state autorizzate rispettivamente 2.879.606, 7.689.956, 7637.143 ore. Si registra una diminuzione nei territori provinciali di Chieti e L’Aquila, mentre un aumento in quello di Pescara.

Nella Provincia  dell’Aquila si continua a rilevare il livello più alto di cassa integrazione in deroga che è pari a 3.144.000 ore, la maggior parte delle quali nei settori del commercio e dei servizi.

 Al  lieve dato positivo del calo della cassa integrazione si contrappone , purtroppo, quello negativo della ulteriore  perdita dell’occupazione  del 2,3%  rispetto al trimestre precedente.

L’Abruzzo al 30  Giugno 2010 aveva già perso oltre 30 mila posti di lavoro.

«Siamo   di fronte», commentano dalla Cgil, «quindi, a una gravissima  crisi del lavoro che impoverisce ulteriormente i lavoratori e le famiglie abruzzesi».

13/12/10 11.20