Regali sbagliati a Natale, sprecati 2.4 miliardi di euro

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2284

ROMA. Gli italiani sono primi in Europa nello sbagliare i regali di Natale.

Il 52% degli italiani, infatti, dichiara di ricevere ogni anno almeno un regalo brutto o indesiderato. Una percentuale davvero notevole, se si considera che la media europea è ferma al 28% e che i disciplinati tedeschi si lamentano delle loro strenne natalizie solo nell’8% dei casi. I dati arrivano da una ricerca redatta dall’agenzia inglese Research Now e commissionata da Western Union, la società specializzata nei servizi di money transfer. La stessa ricerca stima un giro d’affari complessivo di 46.27 miliardi di euro per il Natale 2010 (dato pubblicato dal portale di e-shopping Kelkoo - tabella riassuntiva in coda al comunicato) ed evidenzia anche come il 58% del campione intervistato abbia ricevuto in passato dei doni inutili o che comunque utilizza molto raramente.

Dalla ricerca si evince inoltre che: il 17% degli italiani ha ricevuto lo stesso regalo due volte ed il 21% ha ricevuto doni che non erano della loro misura o che non funzionavano correttamente.

Il contante, invece, risulta essere una scelta popolare: il 25% degli intervistati dice che lo considera un dono sentito e personale

Gabriel Sorbo, Regional Director Western Union Italia, Grecia, Malta e Cipro, ha dichiarato: «La nostra ricerca dimostra come sia difficile scegliere il regalo giusto per le persone che amiamo. Tutti sbagliamo ogni tanto e i dati mettono in luce come il 54% degli italiani preferirebbe ricevere soldi invece che oggetti, così da potersi comprare da soli il dono su misura. Il contante può essere il modo giusto per fare un regalo perfetto e senza stress».

06/12/2010 12.37