Piano di reindustrializzazione della Pierburg di Lanciano

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3577

CHIETI. E’ stato presentato ieri alle parti sociali il piano per la reindustrializzazione del sito di Lanciano della Pierburg Pump Technology Italia Spa da parte di Serfina Srl.

Presenti le Rsu Aziendali e le segreterie provinciali di Fim, Fiom, Uilm.

AvionTech, è il nome della nuova società che farà riferimento interamente a Puglisi e Orlandi, è frutto del progetto di Serfina Srl teso alla ottimizzazione delle risorse e qualità tipiche del sito per un risultato che consentisse pari livello occupazionale e opportunità imprenditoriale.

Il modello economico intrapreso è quello di produzioni di minore serie, con conseguente maggior impiego di dipendenti e loro relativa migliore specializzazione, senza perdita di marginalità per il maggior valore del prodotto singolarmente.

AvionTech sarà orientata alla produzione di “piccole serie” tipiche della produzione di componentistica Aeronautica e della componentistica Automotive Aftermarket.

L’implementazione delle nuove aree di business prevede un periodo di formazione del personale in essere durante il quale la produzione Aftermarket sarà tuttavia continuata, non sono previsti casi di fermi di produzione o attività.

Serfina Srl è società che fa capo a Filippo Puglisi e Sergio Orlandi senza interessi di terzi (vedi omonimie anche locali).

Alla fine dell’incontro Sergio Orlandi si è detto soddisfatto: «abbiamo presentato un buon piano industriale che consente la salvaguardia dell’occupazione con la contestuale riqualificazione e formazione del personale stesso. Io e Puglisi ci impegneremo personalmente a far si che il piano sia  implementato velocemente e in questo coinvolgiamo tutte le parti sociali e ci auspichiamo il loro aiuto. Adesso dobbiamo impegnarci tutti insieme al successo del piano e lavorare per realizzare questa che è una grande opportunità per tutti».

Le Organizzazioni Sindacali si sono riservate di esprimere un giudizio solo dopo l’illustrazione dettagliata del piano industriale per cui le parti si sono aggiornate al 16 dicembre prossimo.

02/12/2010 10.00