Agricoltura. Varato il bando per la copertura totale dei danni subiti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1633

ABRUZZO. Il bando per la copertura totale dei danni causati dal terremoto alle aziende agricole è stato varato dalla Giunta regionale, su proposta dell'assessore allo Sviluppo agricolo, Mauro Febbo, a valere sulla misura 1.2.6. del Piano di sviluppo rurale.

«Per sostenere la ripresa dell'attività agricola nell'area colpita dal terremoto - ha spiegato Febbo - abbiamo attivato una apposita misura del Piano di sviluppo rurale che fa riferimento alle conseguenze derivanti dall'intervento di calamità naturali. Si tratta di una procedura molto complessa, che discende direttamente dai regolamenti comunitari e dai decreti del Presidente del Consiglio dei ministri per l'area colpita dal sisma. A differenza di altre misure - ha aggiunto ancora l'Assessore - in questo caso c'è la copertura del cento per cento del danno, a totale carico della parte pubblica».

 Gli aventi diritto alla specifica misura sono le aziende agricole che debbano o ripristinare le dotazioni aziendali, come i macchinari, ma sono previsti risarcimenti anche per la perdita di animali, o che debbano risistemare le infrastrutture edili. Per classificare la tipologia del danno si farà riferimento ai decreti della Presidenza del Consiglio dei ministri, così come è previsto che l'accesso alla suddetta misura può essere complementare ad altro tipo di azione risarcitoria.

«Ci auguriamo che il bando, che sarà pubblicato a breve - ha concluso Mauro Febbo - potrà essere appetibile per le aziende agricole del cratere, vista anche l' agevolazione totale che viene offerta agli imprenditori. Questa è anche una prima concreta risposta al comitato della attività produttive per lo sviluppo e l'occupazione dell'area del sisma che ieri ha incontrato il presidente Chiodi».

16/11/2010 14.34