Taranta, il turismo nelle Grotte del Cavallone va a gonfie vele

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1728

TARANTA PELIGNA. Un bilancio positivo. Si chiude in bellezza la stagione turistica 2011 delle Grotte del Cavallone la maggior attrazione del Sangro- Aventino.

A tirare le somme ci pensa l’assessore regionale al turismo Mauro Di Dalmazio che ha presentato dati soddisfacenti sulla Valle Taranta. Grande entusiasmo è stato espresso anche dai sindaci di Taranta Peligna e Lama dei Peligni alle prese con nuove idee e strumenti per incrementare l’attività nell’area.

I numeri riportati dall’assessore parlano chiaro: nella stagione 2011(da aprile 2011 ad ottobre) si registrano flussi di persone del 6,5% e di presenze nell’area del 2,5% con circa 10.000 visitatori in Grotta ed un aumento del 10 % dell’uso delle funivie. Ma a sentire i sindaci si parlerebbe di cifre maggiori. In particolare sarebbero 11027 i transiti in funivia nell’arco dell’intera stagione con punte nel mese di luglio(2066) ed agosto(6744). Il numeri di visitatori ammonta a 9558 con un maggiore afflusso sempre nei mesi estivi (a luglio 1734 e ad agosto 5727) per una media giornaliera di traffico nelle grotte di 93 persone.

Ora bisogna guardare avanti secondo il sindaco di Taranta, Marcello Di Martino e di Lama, Antonio Amorosi ed investire per il futuro puntando su iniziative di carattere culturale ed artistico, sulla Rete e sui prezzi. «In un periodo che di certo non può definirsi confortante dal punto di vista socio-economico per il nostro Paese», aggiunge Amorosi ,«raggiungere questi obiettivi è motivo di soddisfazione per le due città delle Grotte e allo stesso tempo sprono ad integrare ancor di più le proprie politiche di promozione con le esperienze maturate nelle altre realtà italiane che contano sulla stessa vocazione territoriale».

21/12/2011 08:56