Gruppo Sixty, morto lo stilista Wicky Hassan

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

7136

Gruppo Sixty, morto lo stilista Wicky Hassan
ROMA. E' morto a Roma Wicky Hassan, titolare dei marchi di abbigliamento Miss Sixty e Energy e cofondatore e creativo del Sixty Group del Sixty Group, che ha scelto l’Abruzzo e Chieti come quartier generale.

Proprio nel capoluogo teatini c’è il quartier generale dove vengono delineate le strategie più importanti, sia in termini di progetti che di marketing. '«Nel corso degli ultimi quattro anni, da quando gli era stata diagnosticata la malattia, Wicky Hassan ha proseguito ininterrottamente il proprio impegno in azienda preparando con estrema cura il futuro del Gruppo», spiega una nota del gruppo.

«Al di là della volontà di assicurare la continuità stilistica, Wicky Hassan ha intrapreso tutte le iniziative volte ad assicurare anche la continuità aziendale conferendo a Piero Bongiovanni, attuale AD del Gruppo e al suo management, tutte le leve necessarie per il governo dell’azienda. Il Gruppo è quindi oggi pronto per affrontare tutte le sfide che lo attendono».

«E’ scomparso oggi uno dei grandi creatori di moda a livello internazionale. Un uomo che ha saputo coniugare un grande amore per lo stile e per la sua azienda con una lotta esemplare contro qualsiasi forma di discriminazione», ha commentato Bongiovanni. «I dipendenti e il management si stringono con affetto ai familiari e a tutti gli amici di Wicky Hassan che con la sua opera ha contribuito all’affermazione della moda italiana nel mondo».

«Wicky, un amico, un uomo di visione e di grandi valori, socio con il quale ho avuto l’onore di lavorare in questi anni, resterà per sempre nei nostri cuori», ha dichiarato Renato Rossi, cofondatore del Gruppo Sixty.

Nato in Libia a Tripoli, figlio di commercianti ebrei di stoffe, nel 1967 fu costretto con tutta la famiglia a trasferirsi a Roma a causa della rivoluzione di Gheddafi. Dopo gli studi all'Accademia di Belle Arti di Brera iniziò a lavorare nel campo della moda. Il giorno della morte di Gheddafi aveva scritto sulla sua pagina di Facebook «Bene! Anche Gheddafi cade....io sono arrivato in Italia anni fa, come profugo dalla Libya, spero che il popolo libico sappia sfruttare questa grande occasione di Libertà nel modo migliore. E non si faccia (come già sta succedendo in Egitto) strumentalizzare dal fanatismo islamista, che sarebbe anche peggio.

Il gruppo Sixty è presente con i suoi brand in più di 90 paesi del mondo con 22 filiali e circa 7000 punti vendita, e con più di 200 monomarca nelle città più importanti, per un fatturato complessivo di 650 milioni di euro

16/12/2011 15:18