Arte, Giornata contemporaneo 9 ottobre porte aperte in musei e gallerie

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4514

museo

 

ROMA. Tanti piccoli pezzi di vetro, resti ricomposti di una lastra di cristallo andata in frantumi, per raccontare l'Italia, bella e fragile, a 150 anni dalla sua Unità.

Torna con mille luoghi dell'arte aperti in tutto il Paese e tantissimi eventi, sabato 9 ottobre, la Giornata del Contemporaneo. E l'immagine guida, quest'anno, è affidata ad un inedito di Stefano Arienti, 'Cristalli', poetico omaggio al Belpaese, in vista delle celebrazioni del prossimo anno. Intanto crescono le adesioni. Organizzata da Amaci, l'associazione che raccoglie 26 tra i musei italiani più prestigiosi del contemporaneo, la Giornata coinvolge quest'anno 1031 tra gallerie, associazioni, luoghi dell'arte pubblici e privati che apriranno le loro porte gratuitamente per presentare artisti e nuove idee attraverso mostre, laboratori, eventi, conferenze. Occasioni per tutti e un po' dappertutto, dal Nord al Sud, a cominciare dalle tante mostre. Come al Castello di Rivoli,a Torino, dove un nuovo allestimento mette in luce le tante eccellenze della collezione permanente (ci sono, tra le altre, opere di Hamish Fulton, Mona Hatoum, Giuseppe Penone, Michelangelo Pistoletto). O come al Mart di Rovereto, dove si sono aperte da pochi giorni la splendida retrospettiva dedicata alle architetture di Mario Botta e l'esposizione dei tanti capolavori di arte concettuale che furono del grande collezionista Giuseppe Panza di Biumo. Ma non solo: alla Galleria Civica di Modena, la Giornata sarà l'occasione per un reading sul contemporaneo, una sorta di anomala tavola rotonda ( che si terrà a partire dalle 18 a Palazzo Margherita) con attori e e personaggi chiamati a leggere testi dei grandi dell'arte da Mark Rothko a Andy Warhol, da David Hume a Cesare Brandi. Al Maxxi di Roma, oltre ad approfittare dell'ingresso gratuito alle mostre (oltre allla finestra dedicata alle opere della collezione permanente sono ancora aperte le due retrospettive dedicate a Gino de Domincis e all'architetto Luigi Moretti) si può partecipare ad una serie di attività e laboratori - uno anche per le famiglie - organizzate per l'occasione dal dipartimento educazione. Arte ma anche impegno sociale: quest'anno, spiegano gli organizzatori, Amaci ha deciso di affiancare la lega italiana per la lotta all'Aids (Lila) nella campagna di conoscenza e prevenzione dell'Hiv, scendendo in campo per sensibilizzare il grande pubblico rispetto all'importanza della prevenzione. L'elenco completo dei musei e dei luoghi d'arte che aderiscono alla Giornata e degli eventi in programma è on line sul sito di Amaci (www.Amaci.org).

06/10/2010 8.31