Premio D'Annunzio, tre artisti sul gradino più alto

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

8591

PESCARA. Con la cerimonia di premiazione, si è conclusa la XIX edizione del Concorso Nazionale di Pittura e Scultura “Premio G. D’Annunzio” che ha visto una larga partecipazione di artisti provenienti da tutta Italia oltre che dall’estero.

La Giuria “popolare” ha assegnato per la Sezione Pittura il primo premio da mille euro a Fabiola Murri, mentre la Giuria “tecnica” ha assegnato due primi premi ex-aequo a Sandra Di Marcantonio (medaglia di Bronzo del Presidente del Senato Renato Giuseppe Schifani) ed a Leonardo Paglialonga (medaglia di bronzo del Presidente della Camera Gianfranco Fini). Il secondo premio da 900 euro è stato vinto da Silvia Di Ramio. Due premi da 600 euro cadauno sono stati invece attribuiti a Sonia Babini e Mario Smeraglia. Il terzo premio da 500 euro è andato a Maria Lorena Catino. Nicola Badia e Antonio De Benedetto si sono aggiudicati 400 euro. Sono stati anche premiati Cinzia Rai, Roger Angeles, Iablonski Elisabetta Jzabela, Gianluca Bosello, Marisa Rossi, Italo Di Tondo, Antonio Altieri, Loriana Valentini, Sandro Cellanetti, Ivano Fabbri, Dolores Materassi, Concetta Iaccarino, Francesca Lo Canto, Alessio Ferraro, Cristina Altobelli, Sabina D’Alfonso, Alvarp Tomassi, Daniela D’Orazio, Gian Manet, Lorena Fabbri e Davide Cocozza.

     Per la sezione Scultura, il 1° premio se l’è aggiudicato Claudio Di Lorenzo. Cinque i secondi premi ex-aequo: Tonino Macrì, Nicola Battaglia, Cristian D’Apporto, Rita D’Emilio, Raffaella Bonazzoli. Dopo il saluto di Alfredo Castiglione, quello di Fabrizio Rapposelli, di Nicoletta Verì, di Vittorio Catone, di Mauro Renzetti  e delle altre autorità presenti, ha preso la parola Moniè che ha ringraziato quanti si sono adoperati per la riuscita della manifestazione.

L’associazione Culturale “Il Pentagono”, ha istituito in favore dell’associazione Fiaba una targa con la seguente motivazione: «per il continuo impegno profuso in favore dell’abbattimento delle barriere architettoniche nel mondo». La targa è stata consegnata al presidente Giuseppe Trieste dal maresciallo dei Carabinieri Vincenzo Ariasi, console onorario di Fiaba e da Michele Laganà, ambasciatore di Fiaba in Albania. 

02/11/2011 15.43