Festival internazione di Musica a L'Aquila dal 3 all'8 agosto

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

8602

pietre che cantano

L'AQUILA. Dal 3 al 18 agosto torna in Abruzzo, a L’Aquila, Ocre, Fossa, Villa S. Angelo e S. Demetrio ne’ Vestini, il Festival internazionale di Musica “Pietre che Cantano”, che presenta anche quest’anno, pur nelle comprensibili difficoltà economiche, logistiche e organizzative, un programma di grande spessore artistico e musicale, per far parlare e ricordare con la musica i luoghi d’arte dell’Aquila, di Ocre, dei borghi storici di quel territorio la cui storia ha subito, a causa del sisma del 2009, una brusca diversione.

Il direttore Artistico Luisa Prayer tiene a sottolineare che cosa oggi significhi, per tutto il territorio dell’aquilano, il Festival nato nell’anno 2000: «Oggi vogliamo riaffermare il valore e l’importanza di quel patrimonio, unico nella sua identità».

Otto sono gli appuntamenti in programma per il Festival “Pietre che cantano”.

L’inaugurazione è fissata per martedì 3 agosto alle ore 19.45 al Monastero di Santo Spirito di Ocre con l’esecuzione integrale delle cinque Sonate per violoncello e pianoforte di Beethoven affidate al violoncellista tedesco Leonard Elschenbroich e al pianista anglo-ucraino Alexei Gryniuk, due giovani ma già celebrati interpreti, presenti al Festival abruzzese per la rara esecuzione dell’intero corpus di Sonate che segnarono una svolta nel repertorio moderno del violoncello e sono, nel dipanarsi del pensiero musicale beethoveniano, una parabola esemplare dell’esistenza: dallo slancio gioioso degli anni giovanili, alla bellezza compiuta dello stile maturo, sino alle acquisizioni più complesse del pensiero dell’ultimo periodo.

La serata si articolerà in due momenti: alle ore 20 inizia la prima parte del concerto, con l’esecuzione delle Sonate op. 5 n. 1 e n. 2, cui segue una pausa rinfresco e alle 21.45 la seconda parte del concerto, con l’esecuzione della Sonata op. 69 e a seguire, dopo una seconda breve pausa, le ultime due Sonate op. 102, con la possibilità per il pubblico di accedere in sala alle ore 20 oppure alle ore 21.30.

Secondo appuntamento mercoledì 4 agosto alle ore 20,45 all’Aquila nel Chiostro di S. Domenico, per la cerimonia della sua apertura al pubblico con un concerto inaugurale, a ingresso libero, affidato all’Orchestra  Sinfonica Abruzzese diretta da Marcello Bufalini e con la seconda partecipazione di Leonard Elschenbroich al Festival ancora come violoncello solista. In programma il Concerto per violoncello e orchestra n. 1 di Saint-Saëns e di Beethoven la celeberrima Sinfonia n. 7.

Il Festival ha chiesto e ottenuto il patrocinio dell’Ambasciata tedesca per l’attuale edizione.

Lunedì 9 agosto e mercoledì 11 agosto al Monastero di Santo Spirito di Ocre, alle 21, due concerti del Quartetto di Cremona. Cristiano Gualco e Paolo Andreoli, violini, Simone Gramaglia, viola e Giovanni Scaglione, violoncello, saranno in residenza a Ocre per quattro giorni:  oltre ai concerti, il Quartetto di Cremona terrà anche in questa edizione, dopo il successo incondizionato e sorprendente dello scorso anno, una Masterclass aperta a giovani strumentisti e gruppi da camera, dal 9 al 12 agosto.

Giovedì 12 agosto, con un appuntamento a ingresso libero, alle ore 19 e alle 21, presso le Scuole di Ocre, Fossa, Villa S. Angelo e S. Demetrio ne’ Vestini. “Music Chambers - 80 concerti per singoli ascoltatori”, così il titolo dell’iniziativa, si avvale della presenza attiva degli allievi della masterclass del Quartetto di Cremona e della collaborazione del Conservatorio di Musica “Alfredo Casella” dell’Aquila, oltre che della partecipazione di numerosi giovani concertisti convocati per l’occasione dal direttore artistico.

Sabato 14 agosto alle ore 21 si torna all’Aquila e nel Chiostro di S. Domenico per la Passeggiata musicale dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese, che il maestro Vittorio Antonellini ha reso negli anni un immancabile appuntamento di tradizione con la Città a Ferragosto. Non poteva mancare, in questo anno 2010 in cui ricorrono importanti anniversari musicali - Chopin, Schumann, Wolf - un contributo del festival a queste celebrazioni, cui vengono dedicati gli ultimi due concerti.

Lunedì 16 agosto alle ore 21 nella Chiesa di S. Panfilo a Ocre, un Omaggio a Chopin con il recital di Maurizio Baglini, che segna il debutto a “Pietre che cantano”. Il Festival si chiude mercoledì 18 agosto alle ore 21 nella medesima Chiesa di San Panfilo a Ocre con un Omaggio a Schumann e Wolf, che porta la firma di una star della lirica internazionale, il mezzosoprano abruzzese Monica Bacelli, per la prima volta a “Pietre che cantano”, accompagnata al pianoforte dal Direttore Artistico del Festival, Luisa Prayer. La cantante, di casa alla Scala come al Covent Garden o alla Philarmonie di Berlino, ha composto con Luisa Prayer un raffinato programma di Lieder di Schumann e Wolf: in particolare si ascolteranno le celebri Ballate di Mignon tratte dal Wilhelm Meister di Goethe, nella versione musicale di entrambi i compositori, oltre al ciclo schumanniano su testi di Maria Stuarda e a una serie di Lieder dall’Italienisches Liederbuch di Wolf. Un grande concerto di chiusura per entrare nel cuore della poesia romantica, poesia del paesaggio naturale e sentimentale, che sono le due anime di “Pietre che cantano”.

 

31/07/2010 11.35