Settimana della Fratellanza in memoria dell'11 settembre

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5873

ROSETO. Prende il via la decima settimana della Fratellanza, rassegna di incontri tra studenti e personaggi di livello internazionale sul tema della pace. L'appuntamento ospitato nell’aula convegni del Palazzo del Mare di Roseto degli Abruzzi, prende la sua origine all'indomani dell'attacco delle “Torri Gemelle” di New York diventando un momento di riflessione e di discussione sui temi più importanti della società umana, la pace e la fratellanza tra i popoli.

Molti i personaggi che hanno preso parte agli incontri tra cui lo scrittore ebraico Bruno Segre ed il palestinese Fathi Abud Abed (delegato della Lega Araba a Roma) che diedero vita nella prima edizione ad uno storico abbraccio divenuto in seguito il simbolo di questo appuntamento.

Ad aprire la conferenza stampa di presentazione, nella sala Giunta del Municipio, il presidente dell’associazione Cerchi Concentrici Promotor William Di Marco che promuove l’iniziativa con il patrocinio di Comune, Provincia, Regione e Club Unesco di Teramo.

Gli incontri, a cui interverranno studenti delle scuole superiori di Roseto, Teramo, Montorio e Giulianova saranno due, il primo mercoledì 21 Settembre 2011 alle ore 10:00, dal titolo “Il concetto di pace attraverso le istituzioni internazionali” che vedrà la presenza del professor Antonio Pisapisca, docente di Tutela Internazionale dei Diritti Umani e Organizzazione Internazionale dei Diritti Umani e della Pace all’Università di Padove. Il secondo incontro è in programma giovedì 22 Settembre 2011 sempre alle 10.00 con il tema “Il crollo delle Twin Towers ha fatto crescere la paura di uno scontro tra civiltà ma ha incentivato la consapevolezza della necessità di un incontro tra culture diverse”. Interverranno Fabrizio Fornari, docente di Sociologia generale all’Università di Chieti e Carmelita Della Penna, Docente di Storia contemporanea dell’Università di Chieti.

Nel corso della mattina è previsto l’intervento di Annalisa D’Elpidio, responsabile del progetto “Io tu noi… per loro” dell’associazione “Sport per la Vita” con la Casa del Sorriso di Mariene Ventre di Santa Cruz de la Sierra in Bolivia.

 20/09/2011 14.10