Diplomatici in arrivo nel teramano. Dalla Santa sede all’Abruzzo per cultura e non solo…

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4507

Diplomatici in arrivo nel teramano. Dalla Santa sede all’Abruzzo per cultura e non solo…

ABRUZZO. I diplomatici presso la Santa sede visiteranno alcune città della provincia di Teramo, dal 2 al 5 settembre.

 La tre giorni organizzata dall’associazione culturale Scoprendo l’Italia,con il patrocinio della Regione Abruzzo e della Federmoda-Abruzzo, sarà un’occasione per far conoscere alle delegazioni straniere cultura, moda, pelletteria, ceramica e artigianato abruzzesi e non solo. Perché la visita sarà anche un’occasione per alcune città come Castelli di ritagliarsi un posticino, con le sue ceramiche, nell’ arte vaticana.

I rappresentanti di Bolivia, Bosnia ed Erzegovina, Camerun, Cina, Corea, Costa D’Avorio, Costa Rica, Croazia, Ecuador, El Salvador, Giappone, Marocco, Messico, Pananam, Ucraina faranno così una full immersion nei luoghi simbolo dei comuni di Giulianova, Teramo, Castelli e Mosciano Sant'Angelo. L’itinerario abruzzese prevede come prima tappa Giulianova. I delegati esteri visiteranno la cattedrale di di San Flaviano, alla presenza del vescovo della Diocesi di Teramo-Atri mons. Michele Seccia, per poi passare alle presentazioni ufficiali con le autorità politiche: Francesco Mastromauro, sindaco di Giulianova, Valter Catarra, presidente della Provincia ed Eugenio Soldà, prefetto di Teramo.

Sabato sarà la volta della città di Mosciano dove i diplomatici visiteranno la torre degli Acquaviva, la chiesa di San Michele Arcangelo e l’osservatorio astronomico, scortati dal sindaco Orazio Di Marcello e del parroco Ennio Di Giovanni. A conclusione della serata la delegazione si muoverà alla volta della città di Campli (a partire dalle 17.00) per visitare il borgo, la famosa Scala Santa e la concattedrale di Santa Maria Platea, palazzo Farnese e la chiesa di San Francesco.

Infine, domenica 4 settembre, toccherà alla città di Castelli aprire le porte ai visitatori stranieri che prenderanno parte alla messa all’interno della abbazia di San Salvatore per poi visitare il liceo artistico per il design Grue. E proprio la città teramana, patria della ceramica, attraverso il sindaco e l’amministrazione comunale ribadirà la richiesta di esporre presso il Vaticano, in piazza San Pietro, nel cosiddetto “braccio di Carlo Magno”, il presepe monumentale in ceramica.

La tappa abruzzese si concluderà con un omaggio ai diplomatici: una serata-evento nel grand hotel Don Juan di Giulianova (domenica 4 settembre dalle ore 20.30), dal titolo “la moda sposa l’arte in Abruzzo”, dedicata alle eccellenze artigianali regionali. La serata, condotta da Luca Di Nicola (Uno Mattina) e dalla madrina miss Abruzzo, Gloria Castrataro, sarà all’insegna di mostre sfilate e rappresentazioni.

m.b.  02/09/2011 11.23