Anche l'Abruzzo al Salone del libro dal 12 al 16 maggio

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4629

ABRUZZO. «Abruzzo-crocevia dell'Unità d'Italia, per il passato, per il futuro dell'Unità».

Con uno sguardo al passato, ma in proiezione guardando al futuro, la Regione Abruzzo partecipa dal 12 al 16 maggio 2011 al Salone Internazionale del Libro di Torino. Nello stand di 64 metri quadri allestito dall'assessorato Politiche Culturali ricavato nell'area di 20 mila metri quadri fra Lingotto Fiere ed Oval, dove saranno ospitate tutte le Regioni italiane, i visitatori potranno scoprire eleganti volumi sul territorio e sul patrimonio culturale abruzzese messi a disposizione dalle Case Editrici, dalla Cassa di Risparmio dell'Aquila, dall'Archivio di Stato e dalla Deputazione di Storia Patria. Nelle cinque giornate in cui è articolata la kermesse - illustrata ieri mattina dall'assessore Luigi De Fanis - sono ospitate presentazioni di libri, tavole rotonde e spettacoli seguendo il filo conduttore della memoria storica e dell'Unità d'Italia.

Trentotto le Case Editrici partecipanti su un totale di sessanta invitate. Dalle storiche 'Rocco Carabba' - Lanciano e 'Iapadre' - L'Aquila, alla più giovane come Arkhé - L'Aquila.

De Fanis: «tra i temi che verranno trattati non poteva mancare il terremoto dell'Aquila con diversi ed eterogenei prodotti come 'L'A-qui-là-Fantastoria di un Territorio' di Antonio Porto, edito da One Group, che racconta il terremoto visto con gli occhi dei bambini, a '23 secondi' di Alessandro Aquilio editore Kellerman, per arrivare a 'Le formiche sono più forti del terremoto ' di Carlo Scataglini edito da Erickson, anche questo destinato alla letteratura per l'infanzia».

Il tema dell'Unità d'Italia è rappresentato dall'allestimento grafico dello stand che riproduce alcuni personaggi chiave della nostra storia, da Silone a Croce, da Patini a D'Annunzio ed a tanti altri, e da una ricca raccolta di volumi tra cui alcuni molto rari, concessi per l'esposizione dalla Cassa di Risparmio dell'Aquila. E

vento clou sarà la Tavola Rotonda, alla presenza dell'assessore alla cultura della Regione Abruzzo e del Dirigente del Servizio Politiche Culturali, previsto per il giorno sabato 14 maggio alle ore 10.30, che vede l'intervento di numerosi ospiti tra i quali: Francesco Sabatini, Presidente Emerito dell'Accademia della Crusca, Dacia Maraini, scrittrice, Walter Capezzali, Presidente Deputazione Storia Patria negli Abruzzi, Nicoletta Di Gregorio, Presidente Associazione Editori Abruzzesi, Antonio Stanziani, scrittore, Angelo De Nicola, giornalista e scrittore.

Previsti anche eventi culturali-gastronomici legati ai cibi tradizionali. Per l'occasione sarà presentato il lavoro svolto da Antonio Stanziani e da Mario Setta autori de 'L'ultima cena del re' e 'A scuola dei grandi maestri di cucina'. Con la collaborazione dei cuochi dell'Associazione Culinaria Custode della Tradizione, sarà allestita una degustazione con uno dei piatti che composero l'ultima cena del re, accompagnato dai vini della Tenuta Ulisse, oltre alle specialità dolci e salate e alla 'Cupola di Collemaggio' realizzata in occasione di un pranzo offerto ai grandi della Terra del G8 che si è tenuto all'Aquila nel 2009.  

07/05/2011 10.49