Rita Borsellino al Convegno sulla legalità della d’Annunzio

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4399

CHIETI. "Cultura e formazione alla legalità" a questo tema è dedicato  il convegno, organizzato dalla Facoltà di Scienze della formazione dell'Università "G. d'Annunzio" Chieti-Pescara e dall’Unione degli Industriali Chieti – Pescara.

L’incontro è previsto per venerdì 15 aprile, alle ore 10, presso l’Auditorium del Rettorato dell'Università.

Sarà presente l’onorevole Rita Borsellino, europarlamentare impegnata nel sociale per costruire e rafforzare la coscienza antimafia in Sicilia e in tutto il Paese.

«La Borsellino – spiega il professor Gaetano Bonetta, Preside della Facoltà di Scienze della Formazione – è da tempo dedita al mondo dell’associazionismo e è attiva nella promozione di una politica vicina alla gente, che affonda le sue radici sull’attività partecipata. L’onorevole sostiene a livello europeo l’implementazione delle politiche rivolte alle giovani generazioni. Lavora per promuovere l’imprenditoria giovanile italiana, per garantire più fondi per il diritto allo studio, per incentivare i programmi comunitari, come l’Erasmus e il Leonardo, destinando maggiori risorse agli studenti. Rita Borsellino – conclude il professor Bonetta - si batte anche perché vengano attivate apposite borse di studio per sostenere il reddito di tutti quei giovani che intendono accedere alle migliori università europee».

Il convegno, al quale parteciperanno sia gli studenti dell’Università sia gli studenti delle scuole secondarie della Regione, è volto a sensibilizzare i ragazzi alla cultura della legalità e a promuovere una riflessione consapevole sul senso civico, etico e morale nell’esercizio di una cittadinanza attiva e democratica.

Interverranno: il professor Gaetano Bonetta, preside della Facoltà di Scienze della formazione, Paolo Primavera, presidente Confindustria Chieti, Luigi Di Giosaffatte, direttore Confindustria Pescara, Ettore Del Grosso, responsabile formazione e rapporti istituzionali, Marinella Tomarchio, professore Ordinario Università di Catania.

14/04/2011 11.33