MUSICA

Festival Internazionale della Percussione a Montesilvano dal 23 al 28 settembre

Ci saranno 280 percussionisti da 34 paesi del mondo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5609

Festival Internazionale della Percussione a Montesilvano dal 23 al 28 settembre




MONTESILVANO. Tutto pronto per la dodicesima edizione del Concorso e Festival Internazionale Giornate della Percussione & Italy Percussion Competition. Il Gotha mondiale delle percussioni torna per la seconda volta a Montesilvano, dopo dieci anni nelle Marche. Sarà ancora il Serena Majestic a ospitare uno degli eventi internazionali più significativi per il mondo delle percussioni.
Il Serena Majestic si trasformerà in un’autentica Università della Musica dal 23 al 28 settembre. L’iniziativa è organizzata dall’associazione culturale “Italy Percussive Arts Society”, con la direzione artistica del suo presidente, il maestro Antonio Santangelo.
Il concorso internazionale si svolgerà tutte le mattine, mentre i pomeriggi saranno dedicati alle master classes. E’ quasi raddoppiato il numero dei concorrenti rispetto alla scorsa edizione. In gara ci saranno 280 giovani percussionisti, provenienti da 34 Paesi di tutto il mondo.
Grandi protagonisti del Festival saranno musicisti di fama internazionale, che si esibiranno ogni sera a partire dalle ore 20,45. Tutti i concerti sono a ingresso libero e si terranno nell’auditorium del Serena Majestic.

In dettaglio, il programma dei concerti: martedì 23 settembre: concerto di apertura del musicista abruzzese Claudio Santangelo, considerato dalla critica uno dei più giovani e brillanti talenti nel mondo della percussione solista. Guest artists Casey Cangelosi, Francesca Santangelo, Liu Heng e Luca Ventura.
Mercoledì 24 settembre si esibiranno Liu Heng, timpanista e percussionista al National Centre for the Performing Arts Orchestra in Cina, e David Friedman, considerato uno dei vibrafonisti più influenti nella storia dello strumento.
Giovedì 25 settembre sarà la volta dell’olandese Ruud Wiener e dello svizzero Urs Wiesner, seguiti dal francese Emmanuel Sejourné, direttore e fondatore dei Percussionisti di Strasburgo.
Venerdì 26 settembre sono in cartellone i concerti del ‘Paganini delle percussioni’ Casey Cangelosi e del trio di batteristi tedeschi Playmobeat (questi ultimi per la prima volta in Italia).
Sabato 27 settembre si esibiranno il marimbista e compositore Pius Cheung (Hong Kong), docente di percussioni all’Università dell’Oregon (USA) e la giapponese Eriko Daimo. A seguire, il concerto di Zoro, incoronato dalla critica mondiale come uno dei più grandi batteristi e didatti del Ventesimo secolo; ha suonato con artisti del calibro di Lenny Kravitz ed è autore di metodi didattici apprezzati in tutto il mondo. Domenica 28 settembre: gran finale con il concerto dei vincitori e la
cerimonia di premiazione. Appuntamento alle ore 19,15.