CULTURA

Ortucchio. Arte, storia, musica, spettacolo e ambiente al Castello Piccolomini

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5070

Ortucchio. Arte, storia, musica, spettacolo e ambiente al Castello Piccolomini


ORTUCCHIO. La rassegna estiva 2014 si propone di affrontare la tutela del territorio e dell’ambiente a partire dal problema dei rifiuti. Il titolo, come è tradizione per l’Associazione, si rifà ad una parola latina, PROJECTUS, letteralmente “gettare avanti”, ad intendere “ciò che si ha intenzione di fare in avvenire”, ma anche, metaforicamente, vuole essere un invito a diventare consapevoli produttori di rifiuti, capaci di recuperare ciò che si usa, attraverso un più ampio progetto di riciclo. Alla base di questo progetto noi mettiamo la conoscenza e la salvaguardia dell’ambiente, perché la conoscenza del territorio e della sua storia e il rispetto della legalità sono le sole condizioni possibili per un reale progetto.
Per approfondire il discorso sulla conoscenza e la tutela del territorio, l’Associazione propone la mostra Erbario Ortucchiese di Orante Ventura, disegni realizzati delle maggiori particolarità botaniche del territorio di Ortucchio. L’esposizione sarà divisa in 5 sezioni, relative a cinque diverse aree e corredata di foto e breve descrizione.
L’attenzione per il territorio continua con un confronto pubblico su Mafia a Km0: Ambiente e legalità, in cui, a fianco di associazioni ambientaliste e sensibili ai problemi della legalità, interverranno rappresentanti territoriali locali e regionali. Ambiente: sguardo alla situazione del territorio; Legalità: il business dei rifiuti; Problematiche locali e possibili soluzioni, saranno i temi trattati. 

L’appuntamento con il teatro sarà doppio. Una rivisitazione letteraria, Madame Bovary, del regista Ivano Capocciama, di Alvito (FR) e “Voci del varietà” del Teatro a Canone di Chivasso (TO), una collezione di pezzi storici del varietà italiano da recuperare e gustare con un aperitivo al tramonto.
Anche per i ragazzi è prevista una giornata al Castello con Un Castello da favola. Gli spazi della struttura saranno lo scenario di un percorso favoloso dentro una delle più note fiabe abruzzesi, in collaborazione con Padre Riziero Cerchi.
Continua per il terzo anno la rassegna d’arte contemporanea de L’Orto dell’Arte curata da Lea Contestabile, Marcello Gallucci e Carlo Nannicola, e si rafforza con le nuove collaborazioni di Associazione ARTE(www.associazionearte.net) e media partnership di “Culturame.it” di L’Aquila, facendo del Castello una vera e propria galleria d’arte (www.ortodellarte.eu). La rassegna è patrocinata dall'Accademia di Belle Arti dell'Aquila e dal Comune di Ortucchio..
Le serate musicali con il tradizionale “Rock the Castle Ep.IV” che quest’anno ospiterà I FARABUTTI- complesso beat impertinente-. La chiusura della rassegna sarà affidata alla band irlandese Dirty Irishmen.

Il tema proposto, inoltre ha suggerito all’Associazione la creazione di un evento moda tutto incentrato sul riciclo e il riuso. Protagonisti saranno due giovani ortucchiesi (Maria Concetta Martellone e Massimo Tantalo) che condurranno un laboratorio-spettacolo animato da una performance dell’artista Filippo “ArtNoStop” Odorisio. La serata prevede una lotteria finalizzata alla raccolta fondi che sarà destinata all’acquisto di materiale per una giornata ecologica nel territorio di Ortucchio.