CULTURA

Chieti, tagli alla Cultura del 60% in 4 anni

Spending review per «salvaguardare l’economia cittadina»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2330

Chieti, tagli alla Cultura del 60% in 4 anni



CHIETI. L’amministrazione comunale di Chieti ha stanziato per gli eventi culturali 124.780 euro nel 2012 e 134.780 nel 2013.

Cifre molto lontane da quelle spese nel 2009 o negli anni precedenti e il taglio supera di gran lunga il 50%. «E’ un percorso difficoltoso quello che stiamo compiendo», spiega Melideo, «nella consapevolezza di dover salvaguardare un’economia cittadina che chiede risposte e che deve fare i conti con il doveroso recupero di risorse cui gli Enti locali sono soggetti ma anche nella volontà di salvaguardare quelle iniziative che, di fatto, contribuiscono al rilascio di Chieti».

Nelle cifre del 2012 rientra anche l’allestimento del Presepe Vivente, delle manifestazioni del Natale a Chieti, dell’Infiorata del Corpus Domini e dell’ulteriore offerta ideata negli ultimi due anni con le Tradizioni della Quaresima e la rassegna denominata “Che se magna”.
Nello specifico, per la Settimana Mozartiana, il Comune ha lasciato inalterato il contributo di 80.000,00 euro sia nel 2012 che nel 2013. La manifestazione ha, però potuto contare, nel 2013, di una più cospicua contribuzione da parte dei privati, aumentata dai 130.0250 euro stanziati nel 2012 ai 161.078,00 euro del 2013.
Per gli “Eventi Scalini” la cifra stanziata dal Comune di 50.800 euro è rimasta invariata sia nel 2012 che nel 2013, così come per la manifestazione del “Maggio Teatino” (70.000,00 euro). Per “Chieti Buskers Festival”, sono stati spesi 37.500 euro sia nel 2012 che nel 2013 (nel 2011 furono stanziati 50.000,00 euro).
Per comprendere la “spending review” effettuata sul capitolo manifestazioni dall’amministrazione Di Primio, l’assessore sottolinea che, nel 2009, furono stanziati 318.000 euro; 266.891 euro nel 2010;143.000,00 euro nel 2011. In particolare, nel 2011, per il “Maggio Teatino” furono erogati 113.000,00 euro, per la “Settimana Mozartiana” 225.646,00 Euro, per gli “Eventi Scalini” 83.327,19 euro.

Le manifestazioni sportive: nel 2009 ammontavano a 40.000 euro i fondi stanziati dal Comune; 9.056 euro nel 2011; 4.850 euro nel 2012; 5.000 euro nel 2013.
«E’ di tutta evidenza, pertanto», chiude l’assessore, «lo sforzo necessario che questa Amministrazione sta compiendo ma è altrettanto evidente che un’ ulteriore sforbiciata alle manifestazioni significherebbe non tener conto delle numerosissime associazioni del territorio, che ringrazio per la loro dedizione ed il fattivo contributo, alle quali deve essere data la possibilità di effettuare un’attività associativa qualificata».