CULTURA

Pescina, kermesse culturale di due giorni per ricordare Silone

Si parte venerdì 4 aprile

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2126

Pescina, kermesse culturale di due giorni per ricordare Silone




PESCINA. In occasione della XIX edizione del Premio Internazionale Ignazio Silone, il Centro Studi dedicato all’illustre scrittore abruzzese ed il Comune di Pescina omaggiano la figura di Silone con una kermesse culturale di due giorni. 4 aprile 2014: apre le manifestazioni del Premio, alle ore 18:00, una proiezione di un teaser del progetto cinematografico-teatrale, ideato e diretto da Franco Mannella, il quale ha tratto ispirazione dal romanzo «L’avventura di un povero cristiano» di Silone, sulla vita di Celestino V, il Papa del Gran Rifiuto. Al termine di questo video introduttivo, le luci si accenderanno per far luogo al convegno dedicato agli strani incontri di Silone. Il convegno sarà coordinato dal presidente del Consiglio Comunale, Stefano Iulianella. Il giornalista e scrittore, Angelo De Nicola, affronterà il tema “Ignazio Silone e Celestino V”, con le tematiche tornate al centro del dibattito politico e culturale alla luce della rinunzia papale di Benedetto XVI; quindi il giornalista e dottore di ricerca pressa la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università “La Sapienza”, Giuseppe Brienza, tratterà il tema “Ignazio Silone e Don Milani”.
La prima giornata si concluderà con un monologo teatrale dal titolo “Il Segreto”, diretto ed interpretato dall’attore Gabriele Ciaccia, fondatore del Teatro dei Colori, ispirato al celebre romanzo scritto da Silone nel 1956 “Il Segreto di Luca”. L’ingresso a questo spettacolo, che inizierà alle ore 21:00 e sarà gratuito.
La giornata di sabato 5 aprile, invece, è interamente dedicata alle cerimonie di premiazione.
Il Premio Internazionale Ignazio Silone – XIX edizione – è stato assegnato a Suor Laura Girotto fondatrice, negli anni Novanta, della missione “Kidane Mehret di Adua”, alle pendici delle montagne etiopiche e autrice, con il giornalista Niccolò d’Aquino, del volume «La tenda blu. In Etiopia con le armi della solidarietà» (Paoline, Milano 2011), i cui proventi sono completamente devoluti all’Associazione ”Amici di Adwa Onlus” che sostiene la missione salesiana Zidane Meheret di Adwa. Per la sezione di concorso relativa alle tesi di laurea, la giuria ha premiato il professor Alessandro La Monica, per la tesi di perfezionamento in discipline filologiche e linguistiche moderne, dal titolo «”Il seme sotto la neve” di I. Silone. edizione critica», discussa presso la Scuola Normale Superiore di Pisa in cotutela con l’Università di Zurigo (Svizzera).
Per la sezione del Premio «I giovani e Ignazio Silone» hanno vinto: Anastasia Huryanova, della classe VL del Liceo scientifico Vitruvio Pollione di Avezzano (AQ); e Chiara Pirani, della classe IV A del Liceo scientifico Nicola da Guardiagrele di Guardiagrele (CH).
Infine, nel pomeriggio di sabato 5 aprile, a partire dalle ore 17:00, si terrà la cerimonia di consegna del Premio “Fontamara”, che vedrà come protagonista “Libera associazioni e numeri contro le mafie”, fondata da Don Luigi Ciotti, con la campagna nazionale “Miseria Ladra”.