Montesilvano Scrive, ospiti Dacia Maraini, Paolo Giordano e Antonio Scurti

Il Festival si terrà dal 12 al 16 giugno

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5636

Montesilvano Scrive, ospiti Dacia Maraini, Paolo Giordano e Antonio Scurti



MONTESILVANO. Torna il Festival Letterario “Montesilvano Scrive”, alla sua quinta edizione.
E per l’occasione compie una piccola, duplice rivoluzione: la sua nuova location sarà infatti il borgo antico di Montesilvano Colle, e quest’anno il Festival si svolgerà la settimana prossima, dal 12 al 16 giugno. Tutti gli appuntamenti avranno luogo di sera, all’aperto, con ingresso rigorosamente gratuito.
E sempre più prestigioso sarà il parterre di scrittori protagonisti: tra gli ospiti delle cinque giornate a Montesilvano Colle, autori di fama internazionale come Dacia Maraini, il premio Strega Paolo Giordano e Antonio Scurati. E tra le colonne portanti di “Montesilvano Scrive” continuerà a esserci il “Match d’autore”, il concorso-contest-“talent show” letterario mutuato dalla tradizione anglosassone. In questa quinta edizione hanno partecipato alla gara 126 racconti; 24 quelli finalisti che si sfideranno in appositi round durante le giornate del Festival: questi ultimi potranno partecipare gratuitamente a un corso di scrittura creativa tenuto dalla scrittrice Mondadori Carla D’Alessio, che si terrà nei giorni 10 e 11 giugno al Br1 Cultural Space di Montesilvano Colle, per una durata di 15 ore. Il vincitore assoluto si aggiudicherà inoltre l’ambito “Gufetto d’Oro”.
«L’aspetto nuovo più caratterizzante questa nuova edizione, a parte il grande prestigio degli scrittori ospiti, è la location: finalmente il Festival potrà svolgersi nella sua sede più nobile e naturale, Montesilvano Colle», ha detto nel corso della conferenza stampa di presentazione il sindaco di Montesilvano, Attilio Di Mattia. «Svolgendosi al Colle, “Montesilvano Scrive” brillerà sempre di più scala nazionale – ha aggiunto il direttore artistico Alessio Romano -. L’esempio verso cui tendere è Pordedone Legge».