L'EVENTO

Torrevecchia Teatina, inaugurate due sale dedicate a Giovanni Paolo II

Parco della Gioventù tra i più grandi d’Europa

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6678

sindaco di Torrevecchia

Il prefetto ed il sindaco di Torrevecchia

TORREVECCHIA TEATINA. Taglio del nastro per le due nuove sale dedicate a Beato Giovanni Paolo II all’interno del Museo internazionale delle Lettere d’Amore.


Le sale sono state inaugurate ieri nel paesino abruzzese alla presenza del sindaco Katja Baboro, del questore e del prefetto, nonché dall’Associazione Nazionale dei Papaboys, promotore dell’iniziativa.
La data non è casuale: nel tardo pomeriggio del 16 ottobre di 34 anni fa, infatti, l’arcivescovo di Cracovia Karol Wojtyla veniva eletto al Soglio di Pietro.
Unico al mondo nel suo genere, il Museo è ospitato nel settecentesco Palazzo Valignani. In esso hanno trovato collocazione e rimarranno in mostra permanente oltre duemila delle 18mila lettere e preghiere che furono depositate in piazza San Pietro nelle ore dell’agonia e della morte del Papa polacco, nell’aprile del 2005. Questo materiale, testimonianza immediata e spontanea d’affetto e ringraziamento verso Papa Giovanni Paolo II, è stato raccolto dagli addetti della Segreteria di Stato e poi affidato ai giovani dell’Associazione Nazionale Papaboys.
Le lettere arrivano da persone di tutto il mondo e sono state scritte in ogni lingua (anche cinese, giapponese, arabo e braille) da bambini, coppie, giovani, famiglie, anziani.
Dopo l’inaugurazione delle sale, è seguita l’intitolazione di un Parco della Gioventù tra i più grandi d’Europa (4.500 metri quadrati) alla memoria del Pontefice. È stata svelata la stele che una folta delegazione del comune chietino, guidata dal sindaco Katja Baboro, ha portato all’Udienza generale di mercoledì 10 ottobre in piazza San Pietro con Papa Benedetto XVI. L’evento è stato accompagnato da una maratona di musica: gruppi giovanili emergenti si sono alternati sul palco fin dalla mattina coinvolgendo i presenti e fornendo un’occasione per rilanciare l’aggregazione giovanile, la fraternità, lo svago. Dei graffitisti hanno invece espresso la loro arte decorando dei murales su pannelli.
Oltre 500 gli alunni di scuole elementari, medie e superiori che oggi hanno visitato il museo, in una sala del quale c’è l’Albero della vita, cui sono appese decine e decine di foto, a simboleggiare la vita che nasce dall’amore. Tra i diversi eventi culturali in programma, anche un annullo filatelico dedicato all’evento dalle Poste Vaticane, che impreziosisce un esclusivo folder in edizione limitata di sole 500 copie.
La giornata proseguirà alle 18 con la Messa nella chiesa parrocchiale di San Rocco, dove dalle 23 all’1 si svolgerà un altro momento di preghiera, con l’Adunanza Eucaristica.