ARTE

Quando il suono diventa immagine: a Pescara la mostra di De Berardinis

L’inaugurazione si terrà il 14 aprile nel museo casa natale di D’Annunzio

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2921

Quando il suono diventa immagine: a Pescara la mostra di De Berardinis
PESCARA. Si terrà 14 aprile presso il museo casa natale di Gabriele D'Annunzio a Pescara, in occasione XIV Settimana della Cultura, alle ore 17.30, l’inaugurazione della mostra “De Berardinis. Sonemi & Sonotipie. Dall’espressione sonora all'originale musicale”.

La mostra organizzata dalla Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici dell'Abruzzo - L'Aquila, sarà aperta al pubblico sino al 14 maggio.
Le opere esposta dall’autore Piero De Berardinis sono frutto di arte concettuale e di un percorso di ricerca complesso. Per l’artista il suono può diventare e tradursi in grafica se e solo se si riesce a captare la sua essenza (sonotipia) ed a tradurla in partiture grafiche (sonografia).
In sostanza l’essenza è invisibile e ciò che appare agli occhi del pubblico (l’opera in sé) non è altro che la rappresentazione dell’essenza. L'elaborato sonoro è accompagnato dalla sua rappresentazione grafica essenziale che ne consente la lettura visiva.
Le sonografie, secondo l’ artista, sono semplici grafici cartesiani con ordinata temporale e ascissa relativa alle altezze. Ogni frequenza musicale ha il proprio simbolo e il proprio sistema cartesiano con ordinata temporale e ascissa relativa all’intensità. Nelle sonografie cromatiche, l’intensità è a volte rappresentata da uno sfumato progressivo mentre i colori sono relativi al timbro, scuri per i bassi, sempre più chiari nelle frequenze medio-alte.
«Dalla consapevolezza generata dall’interazione tra espressione sonora poi »,dice l’autore, «rappresentazione grafica e ascoltatore nasce il sonema, entità astratta, la cui architettura razionale è percepita, ad ogni nuova lettura, in modo originale e strettamente personale, creando inedite esperienze e categorie estetiche».
Piero De Berardinis è un pianista e compositore laureato in musicologia e si occupa da oltre trent'anni di ricerca musicale. Ideatore e direttore della rivista specializzata Quaderni di Informatica Musicale, ha realizzato il software operativo del primo computer musicale italiano (Musipack) per la Jen Elettronica su elaboratore Apple II nel lontano 1987. La sua passione per la geometria razionale dei dipinti di Vassily Kandinsky, lo ha spinto a sviluppare le sonotipie, opere musicali uniche nel loro genere.
È anche fondatore e direttore della Scuola Normale di Pianoforte Accademia.ws, con sede in Pescara.