Montorio conquista il titolo di "dama delle dame" al Palio dei Somari

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6508


MONTORIO. Se il comune di Roccantica con il somariere Stefano Angelelli domina il palio dei Somari-Sindaci, la corsa degli asini-sindaci della Via del Sale che si svolge ogni anno ad Amatrice, il comune di Montorio conquista il titolo di “dama delle dame” con Alessia De Santi.
Sono questi i risultati dell'ottava edizione del Palio dei Somari–Sindaci, la singolare manifestazione, organizzata dalla Pro Loco di Amatrice, che vede i somari partecipare con il nome del sindaco del rispettivo comune di rappresentanza.
Undici le delegazioni presenti per gareggiare alla competizione: Amatrice, Accumoli, Posta, Cittaducale, Cantalice, Castel di Tora, Greccio, Arquata del Tronto, Montegallo, Montereale e Montorio al Vomano (unico comune del teramano).
La particolarità dell'evento, sta nel fatto che ogni asino (in rappresentanza della Pro-Loco di un Comune) porta scritto su di una cravatta il nome del sindaco corrispondente. Dopo la sfilata lungo le vie del corso da parte delle rappresentanze dei Comuni in abiti d'epoca, si è svolta la benedizione dei somari da parte del parroco di Amatrice don Francesco Bracciani e quindi ha avuto inizio la corsa presso il somarodromo dove, prima della gara, è stato letto il giuramento dal presidente della VI Comunità Montana del Velino Giancarlo Cococcioni.
Montorio, qualificatasi per la prima volta alle semifinali con il somariere Corrado Fidanza, in rappresentanza del sindaco di Montorio Alessandro Di Giambattista, era scortata dallo scudiero Sandrino di Felice e dal portabandiera Vincenzo Macedone. Al seguito una rappresentanza montoriese in costume d'epoca di cento persone costituite, oltre che dalla dama Alessia De Santi, da componenti della Pro Loco, del Circolo Anziani “Osvaldo Persia” e dell'Amministrazione Comunale. Quest'ultima, che partecipa dalla prima edizione alla manifestazione, vanta nel suo albo due campanacci vinti dall'allora somariere Sandrino Di Felice, titolo dato all'ultimo degli ultimi, cioè assegnato all'asino che arriva ultimo a tutte le competizioni del giorno, quest'anno andato alla Pro – Loco di Posta.

03/03/2010 8.21